Cronaca

Tigullio, negozi plurirecidivi nella mancata emissione di scontrini: le fiamme gialle chiedono la chiusura

Tigullio. La compagnia guardia di finanza di Chiavari e le brigate di Rapallo e Riva Trigoso hanno proposto all’agenzia delle entrate la chiusura di 7 esercizi commerciali “plurirecidivi” nella mancata emissione di scontrini fiscali.
Nel corso degli ordinari servizi di controllo economico del territorio, volti a verificare la regolare emissione di ricevute e scontrini fiscali, hanno rilevato, nello scorso week end, numerose violazioni, in totale 9, nei confronti di esercizi di vendita al dettaglio della zona.

Tra i soggetti interessati, ben 7 sono risultati “plurirecidivi”, avendo commesso, in totale, 4 violazioni di mancata emissione dei documenti fiscali nel corso degli ultimi cinque anni. Il fatto è stato segnalato alla Direzione Regionale dell’Agenzia delle Entrate in quanto, che è l’organo competente per decidere se disporre la chiusura dei locali dei trasgressori, da un minimo di tre giorni fino al massimo di un mese, secondo le previsioni della legge attuale.

Dall’inizio dell’anno, i finanzieri dell’area del Tigullio hanno già proposto la chiusura di 31 esercizi commerciali, ricorrendo, nei confronti degli stessi, 4 violazioni sull’emissione di scontrini fiscali, rilevate in un arco temporale quinquennale.