Tigullio, Capodanno in tempo di crisi: negli alberghi prenotazioni in calo del 20% - Genova 24
Economia

Tigullio, Capodanno in tempo di crisi: negli alberghi prenotazioni in calo del 20%

Santa Margherita 2

Tigullio. Dopo un Natale dai toni tenui, per il Tigullio anche il periodo di Capodanno non si preannuncia tra i migliori degli ultimi anni. Sicuramente la crisi è il motivo principale delle minori presenze, ma negli ultimi giorni ci si è messa anche la neve, che sta facendo optare gli indecisi per una vacanza in montagna.

“Le prenotazioni stanno andando molto a rilento – spiega Stefano Zerbi, presidente Federalberghi Levante – Qualche speranza la nutriamo ancora per la prima settimana di gennaio, dove di solito registriamo una buona percentuale di occupazione”.

Anche per il presidente degli Albergatori di Rapallo e Zoagli, Aldo Werdin, il Capodanno 2011 non sarà uno fra i peggiori degli ultimi anni. “Per Capodanno prevediamo più o meno la stessa tendenza del Natale, ovvero una flessione delle presenze del 20-30% – dichiara – nell’ultimo periodo, infatti, è anche nevicato, fattore che ha portato gli indecisi a scegliere la montagna”.

Per Werdin, comunque, la causa di questa tendenza negativa è dovuta soprattutto alla crisi. “Il potere di acquisto è sempre minore, tanto che per il cenone di Capodanno abbiamo dovuto tutti abbassare i prezzi”. Secondo gli albergatori della riviera di levante, però, non bisogna lasciarsi travolgere dal pessimismo, ma anzi continuare a lavorare per migliorare i servizi offerti.