Quantcast

Sampdoria, i gruppi della Sud protestano: “Stadio vuoto fino al 2° minuto nella sfida con il Varese”

Gradinata Marassi

Genova. Il messaggio della tifoseria calda, quella della gradinata Sud, è chiaro. La pazienza è finita. A dirlo sono gli Ultras Tito Cucchiaroni che con una nota sul sito internet ultrastito.com esprimono tutto il loro malumore e proclamano lo sciopero del “tifoso”, almeno per i primi due minuti della prossima sfida casalinga, quella contro il Varese.

I tifosi della Sud invitano tutti gli spettatori a rimanere fuori dallo stadio sino al secondo minuto della partita in programma il giorno della Befana allo stadio Marassi.

“Siamo stanchi. Stanchi di parole a cui non seguono mai i fatti. Stanchi di pensare ai motivi per cui oggi ci troviamo qui, a metà classifica in serie B, a non riconoscerci in questa Sampdoria – inizia così la nota pubblicata sul sito – Stanchi di vederla maltrattata. Stanchi di sentirci fare i complimenti per i 20000 (e passa) di Marassi, come se questo bastasse davvero. Siamo stanchi ma come sempre abbiamo una voglia pazza, incontenibile di sostenere la Sampdoria, di aiutarla a rialzarsi ora che sappiamo che ha bisogno del nostro aiuto come non mai”.

Ecco poi l’invito a tutti gli amanti dei colori blucerchiati: “A tutti quelli che la pensano come noi, che sono stanchi ma ne hanno ancora tanta voglia, chiediamo di unirsi ad un gesto semplice ma preciso, che testimoni all’attuale dirigenza dell’U.C. Sampdoria che per noi così non si può proprio più andare avanti: lasciamo lo stadio vuoto fino al secondo minuto di Sampdoria Varese! Che gli spalti restino deserti: un’assenza breve ma significativa. Dal minuto 2 saremo di nuovo al nostro posto, ancora al suo fianco, ancora a gridare: Forza Sampdoria, unico folle amore”.

L’obiettivo è semplice: attirare l’attenzione della società, unica vera colpevole secondo la tifoseria organizzata dell’attuale situazione della formazione blucerchiata.

“E in quel silenzio, così irreale per il nostro stadio, vorremmo che la proprietà dell’U.C. Sampdoria leggesse, riflettesse e rispondesse a queste nostre semplici, sincere e non più rimandabili domande: qual’è l’obiettivo attuale della stagione in corso? Serie A, serie B, altro? – esiste un vero progetto Sampdoria, una programmazione che punti alla crescita di squadra e vivaio, iniziative atte ad avvicinare i tifosi più giovani alla Sampdoria? – come mai non reputate la Samp una squadra importante, dichiarando che alcuni giocatori meritino altri palcoscenici? La Samp non è una grande società per voi? – in 5 mesi di ‘vicinanza’ avete individuato il male oscuro che ha colpito la Ssampdoria? – quali sono le responsabilità vostre e di altri riguardo a questo male? – quali i rimedi da voi individuati per guarirlo? Risparmiateci frasi fatte e giri di parole. Vogliamo risposte pubbliche, chiare e verificabili nel prossimo futuro. Il tempo della pazienza è finito” concludono gli ultras.