Sampdoria, doppio allenamento e trattative: si lavora per provare a riprendersi la A

Bogliasco. Doppio allenamento a Bogliasco ed esercizio fisico intenso per arrivare in forma alla ripresa del campionato. Il 2011 orribile della Samp si chiude così. Allenatore, società e squadra archiviano così, inanticipo di alcuni giorni rispetto al calendario, un anno che ha visto la retrocessione in serie b, cambi multipli di allenatore ed anche la partenza dei “pezzi” pregiati. Come tutto ciò non fosse abbastanza, ora il Doria stenta anche nella serie cadetta e Palombo forse partirà verso altri lidi.

Neanche l’infermeria sembra lasciare in pace i blucerchiati: proprio il capitano non si è allenato a causa di un problema alla caviglia e ad un ginocchio, mentre Padalino è rimasto a riposo a scopo precauzionale. Lavoro differenziato invece per Nicola Pozzi, anche lui fra i possibili partenti di gennaio. Domani, poi, altra doppia seduta e così via probabilemente fino a gennaio. L’obiettivo, come al solito, è di mettere forza esplosiva nelle gambe, benzina da bruciare nelle partite che verranno. Ce n’è bisogno, perchè da qui a maggio tutti gli incontri varranno come altrettante finali: l’obiettivo spareggi per la A non è impossibile, ma certo bisogna cominciare a correre.

Aiuterà in questo, forse anche il mercato. Tanti i probabili partenti, ma dovrà necessariamente arrivare qualcuno. Il caso Palombo è delicatissimo: i tifosi vogliono che rimanga, lui anche. Oggi il ds Sensibile ha dichiarato che non parlerà più del giocatore, “perchè si tratta di una questione delicata”. Se dovesse partire tutti si augurano che almeno il suo sacrificio serva ad acquistare rinforzi di spessore per tentare di tornare a competere per la serie A. Analogo discorso per tutti gli altri, da Pozzi ad Obiang. Insomma, per ora niente di nuovo al Mugnaini: si lavora e si aspetta la rivoluzione di Sensibile. Sperando che funzioni.