Samp: terza migliore difesa del campionato, ma che fatica fare gol - Genova 24

Samp: terza migliore difesa del campionato, ma che fatica fare gol

sampdoria

Bogliasco. Due su tre. La situazione della Sampdoria vista con un occhio ai numeri si potrebbe riassumere così: due reparti fin qui del tutto inadeguati ai ritmi ed al gioco della serie cadetta ed uno invece che funziona bene, quasi benissimo. Attacco e centrocampo bocciati, difesa promossa.

La Samp prende pochi gol, 16 fin qui, e può vantare il terzo migliore reparto avanzato dopo Torino (8 gol subiti e primato in classifica) e Sassuolo(12), dato che non stupisce vista la presenza di Gastaldello e Romero su tutti.

L’attacco, invece, si è dimostrato non all’altezza: 25 gol, dato certo non disprezzabile, ma che va analizzato più approfonditamente. Se, infatti, si tolgono i 6 segnati con il Gubbio, ne rimangono 19. Si scopre così che tutte le avversarie che precedono in classifica i blucerchiati ne hanno segnato almeno uno in più. Discorso, questo, che coinvolge inevitabilmente lo stato di forma degli attaccanti: ad agosto Bertani aveva illuso segnando a raffica, mentre salta subito agli occhi la cattiva annata di Piovaccari, in lieve miglioramento a Reggio Calabria. Non a caso l’ex Atzori ha amaramente espresso tutta la sua delusione per un giocatore fortemente voluto e mai sembrato all’altezza.

Se però gli attaccanti segnano con il contagocce è certo anche responsabilità del centrocampo: poco fosforo, perchè Foggia fin qui non è bastato, e tanta corsa, ma con quella certo non puoi sfoderare chissà quale calcio champagne. E poi Palombo, il capitano smarrito, che tutti sperano di ritrovare al più presto.

Iachini parla di benzina che manca e che il “pieno” di energie la Sampdoria lo farà solo dopo Natale. Triste scherzo del destino che il presidente Garrone sia anche il propietario di una delle maggiori compagnie petrolifere del Paese. Ai tifosi non resta che riderci su.