Politica

Salvo il trasporto pubblico anche in zone meno popolose: approvato emendamento voluto da Chiesa

Genova. Giorni ed ore decisive per la maggioranza in Regione. Sono noti gli scricchiolii con l’Idv che potrebbe non appoggiare più la Giunta Burlando. Le bordate però erano già arrivate da Ezio Chiesa. Il consigliere del Gruppo Misto, Liguria stamattina viva ha però incassato un sì nella seduta della seconda Commissione consiliare Bilancio dove è stato approvato all’unanimità un suo emendamento presentato per garantire le uniche due corse giornaliere di trasporto pubblico nelle località con almeno cinquanta abitanti.

Il provvedimento presentato dalla giunta regionale, prevedeva che dal 2012 i servizi minimi in ambito extraurbano di una coppia di bus, mattino e sera, era assicurato solo per i centri o gli ambiti abitati con una popolazione indicativamente di cento abitanti.

“Se in Commissione fosse stato approvato il testo originale – si legge in una nota scritta dallo stesso Ezio Chiesa – sarebbe stata una scelta decisamente sbagliata che penalizzava quanti risiedono nei piccoli centri smentendo, di fatto, le continue affermazioni che bisogna incentivare la gente a tornare a vivere in campagna. Tale decisione avrebbe finito per escludere molte località dell’entroterra dal trasporto pubblico causando notevoli disagi alla popolazione residente”.