Renato Zero testimone in un processo, aula gremita a Genova

Genova. Renato Zero ancora a Genova. In attesa del concerto di stasera oggi Renato Fiacchini ha testimoniato in un processo per ricettazione.

Secondo l’accusa, una bobina contenete brani musicali che il cantante registrò nel 1967 quando aveva solo 17 anni, a suo tempo trafugata da ignoti, sarebbe giunto nelle mani di un collezionista genovese, che avrebbe tentato di rivenderlo su eBay.

L’artista romano, che indossava un giaccone di pelle nera e occhiali scuri, è stato chiamato a riconoscere la bobina, che era contenuta in una scatola rossa mostratagli in aula. Zero ha detto di riconoscere la scatola, ma di non saper dire se la bobina sia l’originale o una sua riproduzione.

“Per sapere se sia una copia o no bisognerebbe chiamare degli esperti fonici” ha detto. Il processo è stato rinviato al 14 marzo. Renato Zero questa sera partecipa a Genova, insieme ad altri artisti, al live-aid “Una mano per Genova”, concerto benefico organizzato da Gino Paoli e che vede la partecipazione anche di Pippo Baudo, Renzo Arbore, Ornella Vanoni e altri.