Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Pescara-Samp, il mago Zeman contro l’apprendista stregone Iachini: necessarie cinture di sicurezza

Pescara. Il mago boemo Zeman  mister x Iachini (inteso come pareggio, perchè da lì non si è ancora schiodato) stanno per affrontarsi. Questa sera la Sampdoria affronta il Pescara nella tana dell’allenatore di Praga. Il tecnico più discusso del nostro calcio aspetta il Doria e c’è da scommettere che ci sarà da divertirsi.

Anche questa volta Iachini si gioca una fetta di promozione, perchè il Pescara è lì al quinto posto, è una diretta concorrente che finora ha fatto decisamente meglio dei blucerchiati e non intende certo perdere il treno per la A, vista anche la battuta d’arresto della capolista Torino. Accorciare la classifica e scalare ben tre posizioni, in caso di successo, si può e si deve fare. Potrebbe essere perfino l’occasione giusta per sbloccare definitivamente l’attacco, visto che il Pescara è una squadra zemaniana doc: incassa uno sproposito di gol ad ogni incontro.

Impressionanti le statistiche: 31 reti subite, tra le peggiori difese della serie B e probabilmente in lizza per il poco invidiabile titolo di difesa più perforata del pianeta. Sembrerebbe una passeggiata ed invece neanche per sogno: il Pescara tante ne prende e tante ne segna, anzi di più. 40 marcature all’attivo fanno del Pescara, oltre che il paradiso dei reparti avanzati, anche l’inferno delle difese. Basti pensare che la seconda squadra più prolifica del campionato cadetto è la Reggina con 34 gol.

Improbabile, quindi, che l’incontro finisca a reti inviolate, ma sarà comunque necessaria molta concentrazione: gli errori difensivi costeranno sicuramente caro, le occasioni in attacco andranno sfruttate al meglio. Servirà un incantesimo ancora più potente delle magie del tecnico boemo, per venire a capo del rebus Zeman.