Il conservatorio Niccolò Paganini celebra il bicentenario della nascita di Franz Liszt

Genova. Paganini non ripete. E’ questo quello che viene insegnato ai bambini genovesi e non,. Ma è certo che la città e il conservatorio che ne prende il nome continuano a ripetere insegnamenti, anche sotto forma di celebrazione. Una settimana di concerti e conferenze, da lunedì prossimo, per il bicentenario della nascita di Franz Liszt, uno dei grandi virtuosi del pianoforte dell’Ottocento. E’ l’omaggio che propio il conservatorio ‘Niccolo’ Paganinì di Genova ha deciso di fare.

In cartellone, tra gli appuntamenti, sono previste una maratona pianistica con l’integrale delle ‘Annees de pelerinage’ (lunedì), un seminario sull’eredità dell’ultimo Liszt tenuto da Luigi Abbate, mercoledì e, la sera, l’esecuzione della ‘Via Crucis’ con il coro dell’istituto diretto da Maurizio Salvi. La settimana dedicata al musicista ungherese prosegue giovedì sera con il recital lisztiano di Dario Bonuccelli, mentre venerdì pomeriggio (ore 16.30) è in programma un incontro di studi con il musicologo Quirino Principe, i docenti Marco Vincenzi e Massimo Lauricella e il pianista ospite Michele Campanella, che con Riccardo Risaliti si soffermerà sul suo libro ‘Il mio Liszt’. La sera concerto dedicato ai melologhi, ai Lieder e a poemi sinfonici trascritti per pianoforte. Il cartellone si chiuderà sabato con un recital di Michele Campanella

Più informazioni