Genova, a Natalidea “Se non ora adesso”: Don Gallo in difesa delle donne

Genova. Prosegue in Fiera Natalidea, la rassegna di proposte per il regalo di Natale, in programma fino a domenica 18 dicembre. Dopo il grande successo dei primi due giorni, sarà imperdibile l’appuntamento di stasera, alle 20.30, con l’intervista a Don Gallo, sui temi trattati nel suo libro“Se non ora adesso”, uno spazio dedicato alla solidarietà e alla sensibilizzazione, dove si denuncia l’uso del sesso come arma di potere e discriminazione nei confronti delle donne.

L’iniziativa è a sostegno del Centro Antiviolenza di via Mascherona, aperto nel novembre 2008 da Provincia di Genova, Comune di Genova e Regione Liguria, che rischia di chiudere a causa dei tagli finanziari effettuati dal Governo. Insieme al “prete da marciapiede” sul palco anche la vicepresidente della Provincia Marina Dondero e Milena Zappon della Comunità di San Benedetto al Porto a moderare gli interventi Carla Peirolero.

Ecco l’intero pprogramma d’intrattenimento della giornata di oggi. Si inizia alle 15 con Il laboratorio di riciclo creativo “Natale d’oro e d’argento” (in replica alle 17.40) a cura del servizio politiche educative del Comune di Genova. Si prosegue poi alle 15.30 con Il laboratorio decoupage, a cura della Bottega Artistica del Restauro, che mostrerà al pubblico le tecniche per confezionare il“centro tavola natalizio”. Sempre domani alle 17,Il centro ludico e creativo Bim Bum Bam,propone il laboratorio per bambini “Mille e più colori sulla stoffa”,corso di pittura su stoffa. Alle ore 18 spazio alla grande musica con il“Duo Unplugged”, che proporrà un repertorio di brani Latin Jazz e Pop internazionali, riadattati per chitarra acustica da Andrea Maddalone, voce di Pia Perez Almeida. Chiude la serata sul palco uno spettacolo per bambini e famiglie organizzato da CheIdea!, previsto alle 20.30.

I bambini potranno imbucare sempre le loro letterine con le richieste a Babbo Natale (si può arrivare già preparati scaricandola dal sitowww.fiera.ge.it) al Palasport nella buca postale a fianco della casa di Santa Claus, fare una foto “ricordo” e bere una cioccolata calda.