Genoa, testa a testa per l’attacco: Amauri o Gilardino? No, ora spunta anche il nome di Floro Flores

Genova. La partita sarà un testa a testa. Per l’attacco genoano si profila un Italia-Brasile che, è sicuro, farà ancora parlare gli addetti e soprattutto i tifosi. L’azzurro è Alberto Gilardino, il brasiliano, ma solo di nascita, perchè ha ottenuto la citadinanza nel nostro paese, è Amauri. Qualsiasi altra ipotesi è tramontata.

Tutti e due stanno trattando con gli emissari del presidente Preziosi, uno solo arriverà sotto la Lanterna ad occupare il posto unico di attaccante centrale. Le trattative sono avviate e sembra che nei primi giorni dell’anno nuovo sapremo qualcosa di più. Per Amauri la strada è ancora lunga: il Genoa ha offerto un contratto biennale, il giocatore vuole un anno in più. E poi le cifre sono distanti: la richiesta è di due milioni e mezzo a stagione. Un ingaggio pesante, compensato in parte dalle modeste pretese della Juventus, ansiosa di cedere un giocatore cui le porte del campo sono state chiuse e con cui i rapporti sono davvero ai minimi termini.

Diverso il discorso per Gilardino. La Fiorentina, che in estate aveva chiesto tredici milioni al Grifone, sembra disposta a scendere fino ad otto. A fronte di questo maggiore esborso per il cartellino, però, l’ingaggio del giocatore è più conveniente: solo, si fa per dire, un milione e seicentomila euro a stagione. Con quella cifra si otterrebbe un giocatore nel pieno della maturità e desideroso di accasarsi sotto i colori rossoblu.

Più rischioso, invece, l’acquisto di Amauri: non gioca da tempo e sono ancora tutte da valutare le sue condizioni fisiche. Dalla sua, il brasiliano ha però il gradimento del neoallenatore Pasquale Marino, che lo allenò proprio l’anno scorso a Parma. In Emilia Amauri rispose alla grande, trascinando la squadra verso una tranquilla salvezza (in realtà Marino, come noto fu esonerato il 3 aprile, e le prestazioni di Amauri furono tutte in favore di Franco Colomba che lo sostituì). Insomma, i costi ed i benefici delle due operazioni tutto sommato si equivalgono. Bisognerà vedere se Preziosi deciderà di accontentare Marino in tutto e per tutto.

Visto l’andamento dell’Udinese che sta prescindendo da Floro Flores, il Genoa sta pensando anche a questa eventualità. Gli accordi con patron Pozzi non sono mai tra i più facili, ma il vantaggio è che l’attaccante napoletano non dovrebbe aver problemi di ambientamento.