Genoa, comincia oggi il nuovo corso: la presentazione di Marino, l’arrivo di Gilardino e un mercato frenetico

Genova. Cominceremo a scoprirlo oggi il Genoa new deal, il nuovo corso. All’una e mezza la presentazione di Pasquale Marino neo tecnico che ha già avuto modo di familiarizzare il quartier generale rossoblù. Sarà logico chiedergli quanto sia contento del neo-acquisto Alberto Gilardino. Il giocatore di Biella, classe 1982 (anno fatidico), campione del mondo a sua volta a Germania 2006 che ieri ha effettuato il suo ultimo allenamento in viola, in quello che è stato il primo giorno di lavoro della FIorentina dopo una settimana di vacanze. L’attaccante ha svolto con i compagni tutta la sessione di lavoro (durata fino intorno alle 17) agli ordini di Delio Rossi all’interno del Centro sportivo adiacente lo stadio.

E’ stato lo stesso Preziosi da Dubai a confermare la notizia. “Non abbiamo ancora la firma della Fiorentina – ha detto a Sky – ma gli accordi ci sono “. L’affare era stato in realtà sancito già la scorsa estate ma l’accordo raggiunto dall’attaccante con il Genoa era stato vanificato dal rifiuto della società viola di cederlo. Ora è stato tutto definito anche con la Fiorentina, che ha accettato l’offerta di Preziosi Il suo passaggio al Genoa è stato fissato a 8 milioni e un contratto di 4 anni e mezzo per il giocatore.

A ventinove anni e mezzo Gilardino è pronto a cambiare nuovamente maglia per proseguire in rossoblù la carriera dopo gli ultimi tre anni alla Fiorentina. Il Gila non ha rilasciato dichiarazioni, è pronto a partire subito per la Liguria, più vicina alla sua Biella, per provare ad allungare una carriera esaltante, per quanto non priva di bassi (soprattutto se si considerano gli anni milanesi sponda rossonera).

Soddisfatto si è detto Preziosi, che da Dubai, dove è in vacanza, sta cercando di ricostruire per l’ennesima volta un Genoa che vorrebbe sempre in grado di giocarsela con tutti. Il mercato estivo non ha reso come previsto, a cominciare da Malesani, e ora si corre ai ripari. Al centravanti é stato proposto un contratto di quattro anni con premi extra per determinati obiettivi. Il rinforzo per l’attacco era annunciato perché solo Palacio é riuscito a fare la differenza e non hanno risposto alle aspettative l’argentino Pratto e l’ex bresciano Caracciolo, mentre il brasiliano Zé Eduardo è stato frenato da un infortunio.

Preziosi, al confine dell’ennesima rivoluzione (ma non diciamolo per non farlo arrabbiare) sta lavorando in queste ore anche per migliorare la difesa, granitica ma troppo lenta con i giganti Dainelli, Granqvist e Kaladze, e il centrocampo, dove non dà più segni di vita il mezzo interista Kucka e sta deludendo Constant.

Voci insistenti danno in arrivo Biondini da Cagliari, favorito anche dalla cessione della Sampdoria di Dessena.Oggi Marino conoscerà tutti i giocatori eccezion fatta per i sudamericani (Palacio, Zé Edoardo, Jorquera, Seymour, Pratto), che torneranno a Genova il 2 gennaio.

Amante dei moduli offensivi, Marino avrà a disposizione tre attaccanti di razza, Palacio, Zé Eduardo e appunto Gilardino. Dopo Parma (dal 2002 al 2005), Milan (fino al 2008) e Fiorentina, Gilardino riparte ora dal mare di Genova, dove ritrova Frey e Dainelli, per provare a formare una spina dorsale rossoblu di tutto rispetto.