Dopo la sconfitta di Napoli, le vacanze per i giocatori: molti resteranno in città per la paura dei furti

Genova. Immaginiamo che dopo la sconfitta di ieri sera non siano molti i giocatori del Genoa che andranno in vacanza a cuor leggero. La speranza per tutti i tifosi rossoblù è che almeno ricarichino le batterie e ripartano con rinnovata lena nel 2011.

Per i tanti giocatori stranieri del Genoa la vacanze di Natale corrisponderanno con un rientro a casa, in famiglia.

La società peraltro a tenuto a far sapere che molti giocatori non andranno via da Genova perché lo scorso anno proprio durante le vacanze natalizie alcune delle loro abitazioni sono state svaligiate. Molti, quindi, preferiscono non partire per destinazioni lontane, ma rimanere a poche ore da Genova magari, come nel caso di alcuni stranieri che hanno preferito invitare i rispettivi familiari in Liguria. Questo sarà il Natale dello sloveno Birsa, dello slovacco Kucka, dello svedese Granqvist, del serbo Jankovic, del portoghese Veloso, per il tedesco Merkel, del Georgiano Kaladze.

Analoghe vacanze in famiglia anche per gli italiani, da Rossi a Dainelli, da Mesto a Caracciolo. Alberto Malesani ha peraltro fissato il rientro agli allenamenti per il 29 dicembre. Gli unici ad avere la deroga sono i sudamericani Seymour, Jorquera (che vanno in Cile), Palacio (che va a Bahia Blanca, in Argentina), e di Zé Edoardo (che va in Brasile).