Crisi e alluvioni, turismo in calo: “Genova e Liguria visitabili”, al via campagna natalizia

Liguria. Secondo i dati previsionali della Liguria, il periodo natalizio, soprattutto quello compreso tra capodanno ed epifania, doveva essere un momento di movimento turistico in linea con i dati dello scorso anno, e con qualche auspicato punto in più in percentuale. Invece il ponte dell’Immacolata ha riportato un altro verdetto: la Liguria e Genova segnano un trend in netto peggioramento rispetto al 2010.

“Dopo gli eventi alluvionali – ha spiegato l’assessore al Turismo, Angelo Berlangieri a margine di una conferenza stampa – i dati fotografano un calo e le previsioni sono un po’ incerte. Il calo d’immagine è stato importante”.

Nonostante sia passato più di un mese dalle tragiche alluvioni, sono ancora moltissime “le persone e gli enti che chiedono se si può venire in Liguria”. Per questo motivo la Regione ha pensato a una campagna di comunicazione ad hoc “per dire che la Liguria è accessibile e assolutamente visitabile, soprattutto Genova la cui immagine, duramente colpita, cercheremo di riposizionare”.

La campagna sarà “lanciata a ridosso delle feste di Natale anche perchè la crisi congiunturale, acuita con il doveroso decreto Monti, ha preoccupato non poco i consumatori e ha ulteriormente spostato la decisione di fare una vacanza” ha concluso Berlangieri.

Si profila, infine, un intervento promozionale in occasione del Festival di Sanremo per far sì che il grandissimo evento musicale e mediatico, dal 14 al 18 febbraio 2012 al Teatro Ariston, possa contribuire a dare una mano alla Liguria ferita dalle alluvioni.