Borse di studio dell'Università di Genova, pubblicata dall'Arssu la graduatoria dei vincitori - Genova 24
Economia

Borse di studio dell’Università di Genova, pubblicata dall’Arssu la graduatoria dei vincitori

università di genova

Genova. Sono state pubblicate sul sito web di Arssu Liguria le graduatorie definitive degli studenti vincitori delle borse di studio per il diritto allo studio universitario che l’azienda regionale per il diritto allo studio scolastico e universitario eroga annualmente.

Confermato il trend del 12% in calo delle domande già evidenziato a settembre con gli iscritti agli anni successivi: il numero totale di domande è di 3697 rispetto ai 4144 dell’anno accademico 2009/2010. I vincitori sono 1756: tutti gli studenti che hanno fatto domanda di borsa iscritti agli anni successivi al primo (e già in linea con i crediti necessari per ottenere la borsa) e gli studenti disabili che si sono iscritti ai primi anni dell’università di Genova.

ARSSU ha attivato le procedure per il pagamento del 50% dell’assegno monetario a tutti i vincitori, mentre per il conguaglio finale si aspetterà il 30 giugno 2012 così come da bando di concorso. “A oggi non abbiamo ancora certezza dell’ammontare delle risorse economiche che finanzieranno le borse – afferma Roberto Dasso, direttore generale di ARSSU -. Da una prima informativa che ci è stata data da Roma il contributo nazionale è minore di oltre 250.000 euro rispetto a quello che ci aspettavamo, ma è ancora tutto in discussione”. L’impegno di risorse finanziarie è di € 5.127.000 (fondi MIUR e tassa regionale sul diritto allo studio universitario).

Ammontare decisamente inferiore rispetto ai 7.661.427 euro impegnati nel 2010. “Abbiamo tempo fino a giugno per conoscere con esattezza l’importo dei fondi erogati conclude Dasso -. Nel caso in cui ci sarà una riduzione dei fondi, la seconda rata dell’assegno monetario della borsa di studio subirà una riduzione in percentuale di pari importo.”

Tutti gli studenti che sono risultati idonei alla borsa (1842 studenti iscritti ai primi anni dei corsi di laurea) non pagheranno la tassa regionali sul diritto allo studio e le tasse di iscrizione
all’università e ARSSU offrirà i propri servizi a prezzi agevolati (pasto € 1 per il pranzo ed € 2 per la cena pasto completo di primo, secondo con contorno, frutta e bevande e posti letto a
100 euro al mese).

E’ l’impegno previsto dal piano regionale sul diritto allo studio approvato dal consiglio regionale a giugno di quest’anno. “ARSSU risponde alle esigenze degli studenti idonei facendo uno sforzo
gestionale e finanziario per garantire a prezzi contenuti i servizi – conclude Roberto Dasso, direttore generale di ARSSU Liguria-. Se il decreto di revisione del Diritto allo studio universitario previsto dalla riforma Gelmini verrà approvato entro maggio 2012, il futuro bando di concorso porterà cambiamenti radicali sia sulla natura della borsa di studio che sui presupposti di merito e reddito per poterla ottenere.”

Più informazioni