Sport

Basket, serie C nazionale: Sestri Levante tiene testa alla capolista Pavia, poi cede. Domani, altro big match contro Tortona

Sestri Levante. Il Sestri in trasferta a Pavia riesce per lunghi tratti della partita a giocare alla pari con la capolista, che si porta avanti in fase di avvio. Nel secondo quarto il Sestri recupera e si affaccia a guidare il match, con le due squadre che si rincorrono punto a punto. Poi però, dopo la pausa lunga, i padroni di casa riescono a piazzare un break che li porta in vantaggio. I biancoverdi non mollano, tentano il recupero sul 68-62, ma non riescono ad acciuffare i pavesi. Peccato perché il Sestri ha dato a lungo filo da torcere a Pavia, tentando di portare a casa il risultato.

«Abbiamo vissuto un altro avvio in salita, giocando poi bene. Se ci avessimo creduto fin dall’inizio, potevamo giocarcela fino in fondo». Coach Marco Mori ripercorre la partita del Sestri, partendo dal parziale iniziale di 7-0 per i padroni di casa. «Peccato – aggiunge – perchè in settimana lavoriamo sull’intensità e poi abbiamo questi momenti. Sapevamo che avremmo dovuto difendere forte,e poi prendiamo questi parziali iniziali che, nonostante la buona partita disputata in seguito, ci penalizzano. La squadra comunque c’è, e dimostra di crescere».

La cronaca: il Sestri in maglia verde schiera Piazza, Francesco Conti, Stolfi, Reffi e Bigoni. Avvio difficile, con parziale di 7-0 per Pavia. Il primo canestro sestrese è una tripla di Francesco Conti. I biancoverdi cominciano a macinare gioco, ma sono anche sfortunati al tiro. I ragazzi di Mori cominciano però a prendere la misure in difesa, e chiudono il primo quarto sul 15-23. Nel secondo quarto partenza fulminante dei biancoverdi, che contengono gli avversari e segnano con regolarità, fino a recuperare lo svantaggio e portarsi avanti sul 27-29 con una tripla di Reffi. Il periodo si chiude sul 36-34 per Pavia. Nel terzo periodo altra partenza di carattere, che porta a metà frazione ancora sul pari. Poi Pavia allunga, e piazza canestri importanti che la portano sul +10 (45-55). Nell’ultima parte prosegue la verve dei padroni di casa, che mantengono a distanza il Sestri. Gli ospiti nel finale tentano ancora l’aggancio rifacendosi sotto 62-68. Gli ultimi minuti sono però ben gestiti da Pavia, che chiude sopra di 10.

Neanche il tempo per ripensare all’ultimo impegno, che già si ritorna in campo, domani contro Tortona: «Siamo in un periodo duro- aggiunge Mori -.Con queste squadre non possiamo giocare di fioretto, serve la mannaia. Loro devono faticare per passarsi e ricevere la palla. Rimbocchiamoci le maniche». Solo un giorno di pausa per il Sestri che, domani sera alle 21, torna a giocare in casa contro la capolista Tortona, prima in classifica a 20 punti (a pari di Pavia, ma con una partita in meno), reduce dalla vittoria interna contro Trecate per 86-51. Tortona, seconda l’anno scorso in regular season, raggiunse le semifinali playoff dove – a sorpresa – fu eliminata da Alessandria. Quest’anno ha totalizzato 20 punti, frutto di 10 vittorie e una sola sconfitta, patita contro Cantù. L’anno scorso, nel doppio incrocio tra biancoverdi e piemontesi, in entrambi i casi ebbero la meglio questi ultimi. Uno sguardo alle medie punti: Tortona segna in media 71,8 punti a partita, subendone solo 51 a gara. Numeri che ne fanno la miglior difesa del campionato.