Van Gogh e il viaggio di Gauguin, al Ducale eccezionale percorso tra i grandi della pittura mondiale

Genova. Dal prossimo sabato, 12 novembre, Genova entra di diritto tra le capitali della pittura mondiali. Sta per arrivare, infatti, a Palazzo Ducale l’attesissima mostra “Van Gogh e il viaggio di Gauguin”. Si tratta di ben ottanta tele, capolavori della pittura europea ed americana creati tra fine ottocento ed inizio novecento, ed una decina di lettere originali di Vincent Van Gogh, tutte accomunate dal tema del viaggio. Viaggio verso luoghi lontani, come quello di Paul Gauguin e viaggio nel profondo del proprio essere, nell’inconscio, di cui è supremo rappresentante Van Gogh.

Non è, però, solo la quantità delle opere che rende l’evento memorabile, quanto la qualità delle stesse: tra i dipinti di Van Gogh, quasi interamente prestati dal Van Gogh Museum di Amsterdam e dal Kroller-Muller Museum di Otterlo, spiccano il celeberrimo “Autoritratto al cavalletto” del 1888 ed “Il Covone sotto un cielo nuvoloso”, realizzato poco prima di morire ed esposto al pubblico per la prima volta dopo quaranta anni.

Seguono poi le opere di interpreti americani quali Church, Bierstadt, Homer e Turner.

Forse è però la sezione europea a riservare le più grandi sorprese: il Museum of Fine Arts di Boston presta per la seconda volta in Europa in un secolo “Da dove veniamo? Chi siamo? Dove andiamo?” di Gauguin. E poi ancora opere di Claude Monet, Wassily Kandinsky, per arrivare all’italiano Giorgio Morandi.

Appuntamento allora a Palazzo Ducale dal 12 novembre al 15 aprile 2012.