Stili di vita, la Guida al consumo critico 2012 si rinnova

Si diffonde sempre più tra i cittadini una profonda sensibilità ecologica che passa anche, inevitabilmente, per una maggiore consapevolezza verso i consumi.

Chi sono le aziende dalle quali acquistiamo? Chi rappresentano? Cosa fanno? Su cosa investono e quali responsabilità hanno verso il Sud del mondo? A tutto questo risponde la nuova Guida al Consumo critico 2012 a cura del Centro Nuovo Modello di Sviluppo coordinato da Francesco Gesualdi.

Forte del successo delle scorse edizioni, con più di 150.000 copie vendute, il volume cataloga e incrocia le informazioni raccolte sul comportamento delle imprese fornendoci dati, mediante tabelle riepilogative e una simbologia rinnovata, per una rapida consultazione. Oltre 2000 prodotti esaminati e censiti secondo vari criteri che vanno dalla trasparenza dell’impresa produttrice e dalla sicurezza dei lavoratori, fino al rispetto per l’ambiente ed al ricorso a paradisi fiscali. Lo scopo non è la mera denuncia ma l’offerta di un alternativa: uno strumento di acquisto consapevole e responsabile per incidere da protagonista sulle dinamiche economiche globali.

L’edizione 2012 della Guida al consumo critico per la prima volta sarà prodotta in coedizione con l’editore Ponte alle Grazie, cui è affidata la distribuzione nei canali librari mentre alla EMI sarà riservata la distribuzione nel mondo delle associazioni.

Più informazioni