Sampdoria-Vicenza: le nostre pagelle - Genova 24
Sport

Sampdoria-Vicenza: le nostre pagelle

Sampdoria

Genova. Arriva la seconda sconfitta casalinga contro una squadra modesta ma allenata da una volpe, quel Gigi Cagni che qualcuno rimpinage anche a Genova. Esonero nell’aria, esonero arrivato.

Costa 5,5 – mentre dall’altra parte Frison para tutto quello che si può parlare, lui si annoia, poi gli piomba davanti Martinelli che trova una parabola perfetta. Palo interno e gol. Ammutinato.

Rispoli 5,5 – lo si vede in fase offensiva solo al 2’ minuto del secondo tempo, gli spazi lì si affollano e lui non trova sbocchi. Imbottigliato.

Volta 5,5 – avrebbe potuto dare i tre punti a Brescia, qui non riesce a evitare che se li prenda il Vicenza. Sballottato.

Gastaldello 5,5 – forse sono troppe le aspettative su di lui, d’altronde è si giocatore di A ma non è Thiago Silva, però piacerebbe vederlo beccare qualche pallone in più su calcio d’angoli in aria avversari, e farne beccare meno agli avversari quando si difende. Sovrastimato.

Castellini 5 – lo si nota solo quando lo speaker annuncia le formazioni. Lo si voleva notare anche sul colpo di testa di Martinelli, ma non lo abbiamo visto. Vacuo.

Foggia 6,5 – parte pimpante, si prende la squadra in groppa, offre palloni invitante, salta l’avversario con puntualità. Si spegne poi nel veemente finale, ma l’idea è che il nuovo allenatore deve cominciare da qua. Miraggio.

Palombo 6 – quella parabola che si sarebbe infilata quasi sotto l’incrocio se solo un marziano di nome Frison non ci fosse arrivato con la sua manona è il simbolo di una stagione così, va tutto male anche quando si fanno le cose perbene. Imbronciato.

Obiang 5 – evidentemente non si trova molto a suo agio con Palombo, recupera qualche pallone per perderne altrettanti. Acerbo.

Semioli sv – diciannove minuti per far capire che oggi poteva essere la sua giornata,ma poi esce dolorante. Azzoppato. Dal 19’ pt Padalino 5 – entra al posto di Semioli, esce per far spazio a Maccarone, cinquanta minuti di prepotenza spesa facendo male a Bertani. Bulletto. Dal 22’ st Maccarone 5 – l’ipotesi è che da un anno e mezzo quando i gatti neri lo vedono attraversare la strada compiano gesti aprotopaici (non mi fate essere più didascalico). Iellato.

Bertani 6 – esce per infortunio quando la Samp ancora era decisamente pimpante, certo non sembra più così cattivo sotto porta come a inizio stagione. Incolpevole. Dal 39’ pt Piovaccari 5 –qualcuno esca di casa e cerchi quel giocatore che aveva estasiato l’anno passato nel Cittadella. Cerca di salvare se stesso invece di salvare la baracca, risultato tutti a fondo. Solitario.

Pozzi 5,5 – a differenza di Bertani cerca e trova lo spiraglio della porta con più insistenza, ma non la butta dentro manco con le mani. Incongruente.

Atzori 5 – gira che ti rigira forse aveva trovato la sua formazione ideale, ma di gioco manco a parlarne. L’aggettivo, oggi, fin troppo facile. Esonerato.

Sensibile 5 – la squadra l’ha fatta lui, l’allenatore l’ha scelto lui, la Sampdoria non è granchè. Responsabile.