Samp, Atzori obbligato a vincere: “E’ l’ultima spiaggia, dobbiamo battere il Vicenza” - Genova 24
Sport

Samp, Atzori obbligato a vincere: “E’ l’ultima spiaggia, dobbiamo battere il Vicenza”

atzori sampdoria

Bogliasco. Dentro o fuori: tra due giorni arriva il Vicenza allo Stadio Luigi Ferraris e la Sampdoria è chiamata assolutamente a vincere. Una sconfitta, anche nell’eventualità di una buona prestazione blucerchiata, porterebbe quasi certamente all’esonero del tecnico Gianluca Atzori. Allenatore che, per la verità, non sembra soffrire particolarmente il non felice momento ed anzi nella consueta conferenza stampa si dimostra deciso: “So che è l’ultima spiaggia e l’unica strada per uscirne è battere il Vicenza. Certo, non sarà facile, ma noi siamo la samp e siamo obbligati a vincere”.

Ai giornalisti che gli ricordano come la sua gestione abbia sofferto di una certa indecisione in particolare riguardo ai moduli e ai frequenti cambi di formazione, Atzori replica che “il cambiamento del modulo non è la causa del problema. E’facile attaccarsi a questo, ma la rosa può interpretare tranquillamente il 4-4-2, così come il 3-4-3. Con esterni come Foggia e Semioli chiunque sarebbe passato a quel modulo. Per quanto riguarda la formazione, con la recente esclusione di Palombo, ho abituato tutti a turno a star fuori e lui non fa eccezione. Tutti ci aspettiamo che Angelo faccia la differenza: finora non è riuscito ad esprimersi al meglio, ma sono contento di come è entrato a Brescia. Mi aspetto tanto da lui e da tanti altri giocatori”.

E a chi gli chiede se le ultime parole del presidente Garrone lo abbiano influenzato, il mister assicura che “non mi faccio condizionare da niente e da nessuno.La fiducia condizionata non è un peso: la società chiede giustamente un cambio di ritmo perchè questa squadra deve vincere il campionato. Le parole di Garrone sono solo uno stimolo.”

Piovaccari ancora dolorante, la rosa, eccettuata l’assenza di Bentivolgio, è al completo. E’ probabile si riveda in attacco la coppia Bertani-Pozzi che in avvio di campionato impressionò favorevolmente.

L’ultimo pensiero di Atzori va però agli alluvionati: “Quando arriveremo col pulmann a Marassi rivedremo le immagini dell’alluvione. Sarà un momento emozionante, particolare. I primi pensieri sono per la gente colpita: sono contento che l’incasso sia devoluto a loro, ma dobbiamo continuare a sostenerli per fare sì che tornino alla normalità il prima possibile”.