Professioni del mare: protocollo tra Regione, Provincia e Miur - Genova 24
Economia

Professioni del mare: protocollo tra Regione, Provincia e Miur

Palazzo san giorgio

Genova. Un protocollo d’intesa per la realizzazione di iniziative volte a valorizzare la cultura e l’economia del mare sarà firmato domani alle 12 alla Fiera di Genova (padiglione B, sala D) nel corso di Orientamenti, il salone regionale dedicato all’orientamento scolastico, dal presidente della Provincia di Genova Alessandro Repetto, dall’assessore regionale all’istruzione e formazione Pippo Rossetti, dal direttore scolastico regionale Giuliana Pupazzoni e da rappresentanti istituzionali dell’Autorità Portuale di Genova e dell’Università di Genova (dipartimento di economia e metodi quantitativi – Diem).

Il protocollo, di durata triennale, prevede di realizzare un programma di attività comuni, informative e formative,
rivolto alle scuole medie e superiori della Liguria e finalizzato a valorizzare l’economia del mare: in particolare, i firmatari si impegnano a sostenere tra le nuove generazioni l’importanza che i porti rivestono anche in quanto asset economici, fonti d’impiego e fattori d’integrazione della popolazione; a scambiare esperienze e buone pratiche e condividere strumenti innovativi di comunicazione delle attività del settore marittimo-portuale; ad avviare attività condivise di informazione e formazione sulle professioni del mare, rivolte a docenti e studenti delle scuole medie e superiori della regione, utili anche ai fini dell’orientamento; a realizzare progetti finalizzati
all’innalzamento della qualità dell’offerta formativa, che prevedano il potenziamento delle competenze in campo linguistico, delle I.C.T., della navigazione e delle telecomunicazioni; a organizzare convegni e
seminari su temi quali le relazioni città-porto, il ruolo strategico delle città gateway in Europa, il cluster marittimo-portuale, la portualità e il suo sviluppo sostenibile ed eco-compatibile, gli ITS liguri; e infine a diffondere le esperienze a livello nazionale e transnazionale

Il mare – spiega il protocollo nelle premesse – costituisce per la Liguria una risorsa fondamentale sotto il profilo
economico, sociale e culturale, rappresentando altresì una fonte di ricchezza con grandi potenzialità di sviluppo in diversi settori produttivi, tanto che la Regione Liguria, nel promuovere politiche e attività collegate al mare, da intendersi come strumenti volti a favorire sul territorio la crescita economica e l’occupazione, ha definito già nel luglio 2005 un accordo territoriale per la costituzione del ‘Polo formativo dell’economia del mare’, e nel maggio 2008 ha sottoscritto un altro protocollo d’intesa con le Autorità Portuali di Genova, Savona e La Spezia per la gestione degli aspetti ambientali e la promozione della sostenibilità nel settore delle attività portuali, ponendo tra i propri obiettivi quello di avviare attività di informazione e comunicazione rivolte ai soggetti operanti nell’ambito portuale ed alla cittadinanza. Inoltre, sono stati già attivati percorsi di collaborazione tra Ufficio scolastico regionale, Provincia di Genova, Autorità Portuale e Genoa Port Center rivolti a docenti e studenti delle scuole medie e superiori della Liguria.