Pallanuoto: la Pro Recco vince a Savona, il titolo di campione d'inverno è del Brescia - Genova 24
Sport

Pallanuoto: la Pro Recco vince a Savona, il titolo di campione d’inverno è del Brescia

Recco

Camogli. Tra le due litiganti, la terza gode. L’incontro tra Savona e Pro Recco era il match clou dell’ultima giornata di andata e, come tale, non ha deluso le aspettative. Le due “eterne rivali” si sono affrontate senza esclusione di colpi. I detentori del tricolore hanno avuto la meglio, ponendo fine all’imbattibilità dei biancorossi. Ma nessuna delle due è campione d’inverno: il platonico titolo va al Brescia, vittorioso sul Posillipo.

Il pubblico presente alla Zanelli ha subito modo di capire che per i savonesi non sarà una serata facile. Dopo 24″ Benedek apre le marcature; poco meno di un minuto dopo Filipovic raddoppia. Rizzo accorcia le distanze su rigore, ma a 4’58” dalla fine del tempo Benedek va ancora a bersaglio. Il primo goal in superiorità numerica lo segna Rizzo, imitato poco dopo da Figlioli. Damonte infila in rete il pallone del 3 – 4 ma a 37″ dal termine Benedek riporta la Pro Recco sul + 2.

Nel secondo tempo ci vogliono 2’15” per assistere al primo centro, siglato da Zlokovic su azione con l’uomo in più. Gli risponde Angelini, anch’egli sfruttando una superiorità. A 3’30” da metà gara Damonte porta i savonesi sul – 1. La replica recchelina è affidata a Giorgetti, ma a 6″ dal cambio vasce è Janovic a far alzare l’urlo dei tifosi di casa: 6 a 7.

La seconda metà di gara ripeterà il parziale della prima: 6 a 7, per il 12 – 14 finale. Ma l’avvio del terzo tempo aveva fatto temere ai recchelini un finale diverso. Dopo 41″, infatti, Angelini va in rete a uomini pari. Felugo in superiorità riporta avanti i biancocelesti, ma a 5’39” dall’ultima pausa Janovic pareggia nuovamente.

A 3’30” dalla fine del tempo è Giorgetti ad andare a segno. Trascorrono solamente 16″ e si sblocca Petrovic per il 9 a 9. Poi la Carisa vive il momento più bello della serata, con il goal di Goran Fiorentini che porta il tabellone sul 10 a 9 per i locali. A far tornare i savonesi con i piedi per terra sono Giorgetti e Figlioli. Mentre la Pro Recco perde l’ex Deni Fiorentini per raggiunto limite di falli, Janovic aggancia ancora la parità. Non c’è tempo per gustarsela: 12″ dopo, quando mancano solamente 10″ alla fine del terzo periodo, Zlokovic insacca l’11 – 12.

Il quarto periodo inizia con il botto, firmato Aicardi: suo il goal del pareggio dopo soli 17″. Sul più bello, però, il Savona si ferma. La Pro Recco alza la guardia, ragiona e colpisce a 5’46” dalla fine con Zlokovic. Mentre Gitto e Petrovic terminano la gara per tre falli, la stanchezza si fa sentire e i tiri in porta sono sempre meno pesanti.

I biancorossi cercano di infilare Gennaro ma non c’è verso. E così Filipovic, a 2’08” dalla sirena, realizza il 14° e ultimo goal dei suoi. Gli ultimi attacchi dei savonesi non vanno a buon fine e la Carisa scivola in un colpo solo dal primo al terzo posto in classifica. La Pro Recco è seconda, ma va bene così: i favori sono sempre dalla sua parte e le partite che contano davvero devono ancora arrivare. Per quanto concerne la statistica, gli ospiti hanno chiuso con 9 reti su 14 azioni in superiorità; i savonesi con 7 su 14 più il rigore segnato.

Il tabellino:
Carisa Savona – Ferla Pro Recco 12 – 14
Carisa Savona: Volarevic, Ferraris, Damonte 2, Petrovic 1, Fulcheris, Rizzo 2, Janovic 3, Angelini 2, Bianco, Mistrangelo, Aicardi 1, G. Fiorentini 1, Zerilli. All. Pisano.
Ferla Pro Recco: Gennaro, Lapenna, Figari, Figlioli 2, Giorgetti 3, Felugo 1, Filipovic 2, Giacoppo, Benedek 3, Zlokovic 3, Di Costanzo, Gitto, D. Fiorentini. All. Porzio.
Arbitri: Mario Bianchi e Attilio Paoletti (Roma).

I due scontri di alta classifica hanno fatto passare in secondo piano il resto del programma. Camogli e Bogliasco hanno vinto entrambe nella piscina di casa e chiudono così il girone di andata in zona playoff, con 4 lunghezze di margine sulla zona retrocessione.

Il Nervi ha ceduto il passo alla “matricola terribile” Acquachiara ed è stato raggiunto dal Civitavecchia. Insieme a loro c’è la Florentia, un punto sopra l’Ortigia. Dato per certo, o quasi, che il Catania non ce la farà, è davvero un’incognita il nome di quella che sarà la seconda squadra retrocessa.

I risultati dell’11° turno:
Strano Light Division Catania – Enel Civitavecchia 7 – 10
Ellevì Nervi – Carpisa Yamamay Acquachiara 7 – 10
Rari Nantes Camogli – IGM Ortigia 11 – 9
A.N. Brescia – C.N. Posillipo 10 – 6
Carisa Savona – Ferla Pro Recco 12 – 14
Rari Nantes Bogliasco – Rari Nantes Florentia 8 – 7

La classifica a metà campionato:
1° A.N. Brescia 28
2° Ferla Pro Recco 27
3° Carisa Savona 26
4° Carpisa Yamamay Acquachiara 26
5° C.N. Posillipo 21
6° Rari Nantes Bogliasco 13
6° Rari Nantes Camogli 13
8° IGM Ortigia 10
9° Ellevì Nervi 9
9° Rari Nantes Florentia 9
9° Enel Civitavecchia 9
12° Strano Light Division Catania 0

Sabato 3 dicembre si giocherà la 12° giornata con i seguenti incontri:
Enel Civitavecchia – C.N. Posillipo
A.N. Brescia – IGM Ortigia
Rari Nantes Bogliasco – Ferla Pro Recco
Strano Light Division Catania – Carisa Savona
Rari Nantes Camogli – Carpisa Yamamay Acquachiara
Ellevì Nervi – Rari Nantes Florentia