Maltempo, allagamenti e esondazioni a Genova: “Evitare di uscire di casa” - Genova 24
Cronaca

Maltempo, allagamenti e esondazioni a Genova: “Evitare di uscire di casa”

Genova. Allerta 2 confermata su tutta Liguria. “Le prime piogge forti sono cadute stanotte nella zona davanti a Portofino – ha spiegato l’assessore regionale alla Protezione Civile, Renata Briano – e quindi fortunamtamente sul mare. Da stamani, invece si sono registrate piogge intense nel levante, a Camogli, entroterra, Recco, e poi nel levante di Genova”.

Fereggiano e Sturla sono esondati. Sul Bisagno il livello di attenzione è alto, ma già in un punto, a Staglieno, in piazzale Adriatico è esondato e si registra un metro e mezzo d’acqua. Per la turbolenza si è è portato via un pezzo di cantiere ma l’acqua sulla strada all’altezza della Questura proviene dalla rete fognaria. “Tutti i tecnici stanno osservando il fenomeno” ha detto Briano in conferenza stampa. “Bisogna evitare di andare vicino a ponti e torrenti e di dormire ai primi piani nelle zone facilmente esondabili. In caso di emergenza bisogna andare verso l’alto senza pensare di salvare e proteggere beni. Evitare la macchina se non per stretta necessità”.

Oltre al levante, nei quartieri fortemente colpiti di Sturla, Nervi, Quarto e Quinto, alture comprese, una situazione pesante si registra anche nei quartieri della bassa Valbisagno, interdetta al traffico, con tutte le strade in entrata alla valle chiuse.

Colpiti violentemente Marassi, Molassana e Quezzi dove è esondato anche il Fereggiano all’altezza dell’omonimo torrente. Allagato l’edificio scolastico di via Mermi, a Sant’Eusebio; i bambini dell’asilo fatti salire all’ultimo piano.
L’assessore alla Città Sicura Scidone: “Evitare di uscire di casa per qualsiasi motivo, non mettetevi alla guida, prudenza assoluta e, dove possibile, salire ai piani alti”

Per quanto riguarda gli istituti scolastici nella bassa Val Bisagno e quelli situati nelle zone interessate dalle chiusure del traffico, gli alunni rimarranno provvisoriamente nelle aule. Si raccomandano genitori e parenti di non andarli a prelevare: vietato muoversi in macchina.

A San Fruttuoso situazioni critiche. Via D’albertis e piazza Martinez completamente allagate con i negozianti che buttano fuori l’acqua come possono. Sottopassi chiusi, acqua e fango in corso Torino e verso piazza Alimonda. Corso Europa è un fiume in piena.
Anche Piazza Terralba è allagata. Fiume di fango in via Berghini.Tutta allagata la zona di via Santa Zita e piazza Paolo da Novi. Allagata la corsia bus di via Canevari dove i tombini non riescono a smaltire la pioggia perché le griglie sono tappate dalle foglie.

In viale Pastore chiusa su ordine dei VVFF, stessa sorte per via Brigata Salerno. Salita Superiore Noce è intervenuta una squadra di sommozzatori dei VVFF per aiutare una persona in difficoltà.
Chiusa corso Italia in entrambi i sensi tra via Cavallotti fino al Lido, un’auto è rimasta sott’acqua. Corso Gastaldi, altezza ponte Terralba, cede l’asfalto e si formano due grossi buchi. Scende un fiume d’acqua nera. Due voragini si sono formate alla Casa dello Studente.

Chiusi i caselli autostrdali di Genova Est e Genova Nervi, il traffico deviato su Bolzaneto. Chiusa l’autostrada A12 tra Rivarolo e Nervi.

Voli dirottati al Colombo. Sono stati dirottati finora il volo Lufthansa proveniente da Monaco (Lh 1942); il volo Alitalia proveniente da Parigi (AZ 7821) e il volo Alitalia proveniente da Roma (DL 8163 ).

Le forti piogge stanno creando molti disagi lungo la linea ferroviaria costiera nel Genovese. A causa di allagamenti nella stazione di Genova Brignole si registrano malfunzionamenti e guasti ai sistemi elettrici che provocano rallentamenti a molti treni. Le ferrovie informano che diversi convogli hanno ritardi fino a 50 minuti. Il regionale da Sestri levante, atteso a Brignole alle 10.55 è arrivato in banchina alle 12 e non prosegue per Principe. Le piattaforme sono affollate da viaggiatori in attesa di capire come muoversi. Le scale mobili sono temporaneamente bloccate. Nel sottopasso principale della stazione entra acqua dal soffitto.

Durante lo stato di allerta 2, previsto fino alle ore 12 di domenica 6 novembre, è attivo il numero verde della Protezione civile comunale. I cittadini potranno pertanto telefonare al numero: 800 177797