Cronaca

Genova, si rifiuta di pagare una giacenza alla Posta: denunciato per 52 centesimi

Genova. Cinquantadue centesimi di euro, mille lire del vecchio conio. È questo, per un trentottenne genovese, il prezzo di una denuncia a piede libero per il reato di interruzione di pubblico servizio.

I cinquantadue centesimi gli sono stati richiesti ieri pomeriggio nell’ufficio postale di piazza Monastero per il ritiro di una raccomandata in giacenza, una cifra che evidentemente non aveva nessuna intenzione di pagare, tanto da aggredire verbalmente l’impiegato, minacciando di saltare dall’altra parte del bancone e di prendersela da solo.

Inevitabile l’intervento di una volante della Polizia. Gli agenti hanno provato a calmare l’uomo per risolvere la cosa in termini pacifici, ma si sono visti opporre un netto rifiuto. A quel punto non è restato altro da fare che accompagnarlo in Questura e procedere nei suoi confronti con la denuncia.

Più informazioni