Cronaca

Genova, il giorno del lutto: alle dodici la città si raccoglie nel suo dolore

Genova. Lunedì 7 novembre: a Genova è il giorno del lutto. Bandiere a mezz’asta in tutta la città e, alle dodici un minuto di raccoglimento: tutta la città si fermerà un attimo, in omaggio alle vittime dell’alluvione di venerdì scorso. Oggi le scuole rimarranno chiuse, mentre permane l’allerta meteo due su tutta la Regione fino alle 18:00. Ma a Genova oggi un timido sole ha fatto capolino dalle nuvole.

E intanto alle 10 si terrà il primo funerale delle donne morte nella tragedia: la città darà l’addio, tramite cerimonia privata, a Angela Chiaramonte, alle 10 nella chiesa di Santa Margherita, nel quartiere di Marassi. Martedi’ 8 novembre, nella chiesa di Nostra Signora della Guardia, in largo Merlo, nel quartiere di Quezzi, alle 10 si svolgeranno i funerali di Serena Costa, alle 12 quelli di Evelina Pietranera. La famiglia Djala e’ intenzionata a rimpatriare le salme di Shpreshe e delle figlie Gioia e Gianissa.

A mezzogiorno, inoltre, tutto il personale della Giunta e del Consiglio regionale – che riceverà indicazioni sulle modalità dai rispettivi segretari generali Roberto Murgia e Augusto Pessina – osserverà un momento di raccoglimento.
Il Comune ha poi invitato ”tutti i cittadini, le organizzazioni sociali, culturali e produttive della citta’ ad esprimere nel modo da ciascuno ritenuto piu’ consono il cordoglio e il dolore per il grave lutto che ha colpito la cittadinanza e l’abbraccio dell’intera citta’ ai familiari delle vittime”.

Oggi sarà ancora una giornata di duro lavoro per i tanti volontari che hanno risposto alla chiamata del Comune e hanno passato la domenica a spalare fango nelle zone colpite dall’alluvione. E’ arrivata intanto anche una prima stima dei danni per l’alluvione: il Comune di Genova parla di oltre 7 milioni di euro per le strutture pubbliche.