Cronaca

Genova, è arrivata la pioggia: scattata l’allerta meteo 2

Genova. Piove a Genova e in Liguria. Gli occhi sono puntati sul Levante, anche se a Genova si teme soprattutto a Sestri Ponente, duramente colpita dall’alluvione dell’ottobre 2010. Già ieri sera alcuni proprietari di negozi hanno piazzato tavole di legno e nailon a protezione dei loro locali.

Nella notte i primi temporali sono stati registrati dall’Arpal tra le 21.00 del 3 e le 1.00 nel Ponente Genovese (caduti circa 60 mm a Genova Pegli); tra le 0 e le 4 a Genova centro e nella Val Bisagno (caduti circa 65 mm a GE-C. Funzionale); il terzo si è sviluppato sul Golfo Paradiso di fronte a Recco con una ben visibile struttura a “V”, il cui vertice si è poi portato di fronte al Monte di Portofino intensificando ulteriormente le precipitazioni.

La previsione generale intanto è confermata, con piogge in intensificazione nel corso di venerdì e massimo di precipitazione sabato.

L’allerta 2, il massimo grado, riguarda tutta la regione e la macchina della protezione civile si è messa in moto per prevenire i pericoli. Vertici a Genova, Savona e Imperia hanno messo a punto una serie di controlli per monitorare le zone più a rischio, dai quartieri vicino a fiumi e torrenti ai sottopassi, parchi, cimiteri e passeggiate lungo il mare.

La Protezione civile comunale di Genova in particolare ha convocato un Comitato di Protezione Civile permanente che ha stabilito di adottare alcuni provvedimenti di emergenza-maltempo, come per esempio la chiusura degli accessi alle passeggiate a mare, alle scogliere e ai porticcioli. Gli amministratori di condominio sono invitati di ricordare ai condomini che abitano in zone esondabili, di rispettare le norme comportamentali in caso di emergenza. Deciso anche il monitoraggio delle persone senza fissa dimora presenti nelle zone a rischio allagamento, con eventuale accompagnamento delle persone in luoghi sicuri. Il Comitato di protezione Civile comunale prevede comunicazioni a tutti i dirigenti delle scuole ubicate nelle zone a rischio affinchè facciano rispettare le norme comportamentali in caso di emergenza.

A Genova è stata disposta la chiusura della scuola Santa Maria della Neve, e sono stati decisi presidi all’ingresso e all’uscita delle scuole ubicate nei parchi cittadini. Per la prevista ondata di maltempo, disposta la chiusura dei parchi e dei musei ubicati nei parchi, e la chiusura dei cimiteri.

Con l’ausilio di volontari della Protezione Civile e di 3 geologi, è stato disposto inoltre il monitoraggio di 35 frane, 22 rivi e 5 sottopassi, il controllo costante dei rivi di spurgo, e il raddoppio delle pattuglie della Polizia municipale in orario serale e notturno. E’ stata disposta l’apertura di una unità di crisi nei nove Municipi delal città e l’ attivazione di tutti le persone reperibili del Comune. Divieto di permanenza a livello strada e sottostrada nella zona di Sestri Ponente, come da ordinanza del sindaco, sospensione del mercato rionale di via dei Costo. I cittadini sono inviati a “tenere comportamenti atti alla salvaguardia della propria incolumità fisica e dell’integrità dei loro beni”.

Più informazioni