Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Cerimonia annuale Patto dei Sindaci: -23,7% di CO2 a Genova

Bruxelles. Il sindaco Marta Vincenzi ha partecipato oggi a Bruxelles, presso la sede del Parlamento Europeo, alla Cerimonia Annuale del Patto dei Sindaci.

Il Patto dei Sindaci è un’iniziativa dell’Unione Europea che ha come obiettivo la riduzione, entro il 2020, di oltre il 20% di emissioni di CO2 da parte delle città. Lo strumento per il raggiungimento di tali obiettivi è il Seap, piano operativo costituito da schede di azione che indicano per ciascun intervento: il responsabile dell’attuazione, gli obiettivi, la descrizione dell’azione, i risultati ottenibili, i tempi di attuazione, gli attori coinvolti e i soggetti promotori, la copertura finanziaria, i possibili ostacoli e vincoli, le indicazioni per il monitoraggio. Quello di Genova è stato il primo piano operativo approvato e validato dalla Commissione europea.
Nell’ambito della Cerimonia, il sindaco Marta Vincenzi è intervenuta nella sessione “Smart Cities & Communities: gli investimenti in innovazione e tecnologia”.

Nel suo intervento, il sindaco ha ricordato che, per raggiungere gli obiettivi di una società sostenibile e intelligente, le città che hanno già elaborato i piani operativi necessitano di un importante supporto finanziario sia a livello nazionale, sia di Unione Europea.

Ha inoltre ricordato gli elementi che caratterizzano il piano operativo di Genova: l’introduzione della domotica, la pianificazione urbanistica, la mobilità sostenibile, il miglioramento dell’efficienza energetica degli edifici, la riqualificazione sociale del tessuto urbano, la tutela del territorio dal punto di vista ambientale.

Per quanto riguarda la riduzione complessiva delle emissioni prevista dal Seap di Genova, è di meno 538.014 tonnellate di CO2, pari a – 23,7%. Un risultato importante che la città potrà aspirare a migliorare ulteriormente, raggiungendo un – 40 % di CO2, portando avanti le strategie già avviate dal Comune nell’ambito del progetto Smart City, che coinvolge più di 90 aziende genovesi.