Cronaca

Azzardo in Riviera: 5 sale gioco in arrivo a Rapallo

Rapallo. Arriva la notizia e scoppia subito la polemica: a Rapallo stanno per aprire ben cinque sale da gioco. Tutto questo mentre la crisi si fa sentire sul commercio ed i negozi tradizionali, complici anche gli affitti alle stelle, sono costretti a chiudere.

E’ un trend che ormai accomuna tutte le località del Tigullio: solo in questo 2011 le autorità hanno autorizzato l’apertura di ben 13 nuove videolottery tra Chiavari e Rapallo. Il circolo “Via della Libertà 61” ha diffuso un comunicato che chiede a Comune ed Ascom di Rapallo di intervenire, anche con un nuovo piano del commercio, per “porre un freno al proliferare delle sale gioco e dei giochi d’azzardo, che soprattutto in un momento di crisi stanno sempre più attraendo giovani, rischiando di diventare un serio fenomeno sociale”.

Dal Comune, però, rispondono che hanno già affrontato il tema. “L’apertura di questi esercizi- spiega l’assessore al Commercio- è disciplinata da una normativa nazionale, che noi non possiamo cambiare. Inoltre bisogna sottolineare che si tratta di attività lecite e sicure, controllate dai monopoli statali ed autorizzate dalle forze dell’ordine, senza che il Comune possa minimamente intervenire. L’amministrazione provvederà a regolamentare gli orari ed i modi di apertura, così come fa con gli altri esercizi commerciali”.

Parole non sufficienti, secondo il consigliere regionale Armando Ezio Capurro che ha scritto a Musolino e Mazza, prefetto e questore di Genova: “Mi permetto di farmi interprete del pensiero di molti cittadini, preoccupati dell’apertura di numerose sale giochi e scommesse. Chiedo il fattivo interessamento, nel rispetto della normativa vigente, di prefetto e questore per arginare il fenomeno,che rappresenta una vera piaga sociale”.

Oltre alla sala da gioco già aperta in Via Gorizia, ne compariranno a breve in Via S. Filippo Neri, in Via Diaz, nella galleria Cristallo ed in zona da Siggi.