Cronaca

Alluvione, via Giotto: attesa per i finanziamenti, sblocco dell’indennizzo Pris

Genova. E’ ancora difficile la situazione riguardante i finanziamenti per il post-alluvione di via Giotto, a Sestri Ponente, ma ora almeno si profila una tabella di marcia. La conferma arriva dal governatore della Liguria Claudio Burlando, intervenuto stamane sulla questione durante un vertice in Regione con il capo della protezione civile Franco Gabrielli.

“Io quei soldi ai residenti non glieli posso ancora dare materialmente” ha detto Burlando stamane. “Se non ho l’ordinanza che mi dice come glieli posso dare, non posso agire. Capisco che per gli abitanti sia dura. Approfitto di questo passaggio per dire che ieri sera alle 21 ho saputo come posso usare il Pris, cioè 44 mila euro in più a famiglia, più valore dell’immobile (trasloco, utenze, agenzie, notaio)”.

La spesa non riguarda la attività commerciali. “E’ evidente che dentro la forchetta il valutatore, cioè chi è designato a valutare l’immobile, (ci auguriamo) scelga il valore massimo, ma certo non potrà essere il doppio del valore reale. Possiamo dire che: se questo valore, più l’aggiornamento Istat, più il valore dell’immobile è accettato, allora va bene; altrimenti comunque agli aventi diritto glieli diamo e magari diamo loro una casa in affitto, forse a mo’ di acconto, prima della eventuale causa civile che pure hanno diritto a fare”.

“Ora convocheremo una riunione nei prossimi giorni e vedremo come procedere operativamente” ha sottolineato Burlando. “Quando si demolisce ‘quella’ casa si diminuisce il rischio, ma togliendo il tappo chi sta a monte sta meglio, però a valle, con ferrovia, Ilva e Piaggio nasceranno problemi nuovi, pur minori. Quella lì diventa sì una vera diga, che copre la luce del torrente, e bisogna stare attenti” ha affermato il governatore.