Cronaca

Alluvione, la conta dei danni: Burlando a Roma

Genova. Dopo l’alluvione è il tempo della conta dei danni. Claudio Burlando stamane sarà a Roma per incontrare il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Gianni Letta, il ministro delle Infrastrutture, Altero Matteoli, e il capo dipartimento della Protezione civile, Franco Gabrielli, per fare il punto della situazione dopo le drammatiche alluvioni che hanno colpito il Levante ligure e Genova.

Nel corso dell’incontro sarà affrontata la questione delle risorse necessarie per far fronte ai danni subiti: “Tra danni, interventi di ripristino e messa in sicurezza – ha detto il governatore Burlando– chiederemo tra i 500 milioni e il miliardo di euro. Si tratta di una prima stima, che completeremo entro la fine di novembre”.

Intanto sono già state annunciate le prime misure al vaglio della Giunta a sostegno delle attività produttive alluvionate: un fondo regionale di circa 3 milioni da organizzare con le Camere di Commercio di Genova e La Spezia per fornire garanzie alle imprese che devono accedere al credito e la richiesta all’Ue di riprogrammare il credito residuo di circa 30 milioni del Fondo Europeo per gli Investimenti.

La Regione Liguria chiederà al Governo se è possibile dirottare in un fondo per le emergenze della Protezione Civile l’aumento della accisa sulla benzina destinato oggi ai profughi libici “Abbiamo pensato che si potrebbero usare altrimenti le risorse mantenendo l’accisa – ha detto Burlando – dato che l’emergenza dei profughi libici sta finendo”, ha detto Burlando.