Cronaca

Alluvione Genova “tempesta tropicale”:24 mln di metricubi d’acqua nel bacino del Bisagno, 181 mm in un’ora

Genova. La perturbazione di questi giorni è stata eccezionale. A dirlo non è soltanto il Centro Meteo Arpal, ma il NOAA – National Oceanic and Atmospheric Administration del Dipartimento del Commercio degli Stati Uniti d’America, che proprio in queste ore ha classificato la coda finale del maltempo, determinata dalla risalita verso Nord di un intenso sistema ciclonico che si è rigenerata sul mare anche grazie all’elevata temperatura termica del Mediterraneo, come tempesta tropicale.

Ecco alcuni dati presentati dal Centro Meteo di Arpal: venerdì 4 novembre nel bacino del Bisagno la pioggia complessiva caduta nelle 24 ore su un’area di circa 100kmq è stimabile in 23 milioni di metri cubi, pari alla capacità totale dell’invaso del Brugneto.

L’intensità massima è stata stimata in 139 mm/h, caduta su un’area di 1kmq. Nell’arco di due giorni la punta delle precipitazioni è stata toccata a Vicomorasso (frazione di Sant’Olcese, in Valpolcevera, 20 chilometri a nord di Genova) con 605 mm. Qui sono caduti il 4 ottobre scorso 181mm d’acqua in un’ora, 336 in due ore, 411 in 12 ore, 605 mm tra il 4 e il 5 ottobre. I fiumi o torrenti esondati sono stati 7: Bormida (sabato 5 ottobre), Bisagno, Fereggiano, Vobbietta, Scrivia, Stura e Orba (venerdì 4 ottobre).

Nell’alluvione del 7-8 ottobre 1970, che colpì Genova Foce e Marassi, in 1 ora caddero 120 mm, nel 1992 58 mm, lo scorso anno su Sestri Ponente 124 mm, il 25 ottobre 2011 alle Cinque terre 143 mm, e venerdì 4 novembre in Valbisagno in un’ora sono caduti 181 mm, un record mai toccato.