Cronaca

Alluvione Genova, oltre 300 milioni di danni: la Regione corre ai ripari

Genova. “Siamo di fronte a danni ingenti e largamente superiori a quelli dello scorso anno – pari a 300 milioni – di Sestri Ponente”. Claudio Burlando, presidente della Regione Liguria, non riesce ancora a fare una stima dei danni precisa relativamente ai danni provocati dal nubifragio di Genova dello scorso venerdì.

Intanto nel corso di una conferenza stampa insieme all’assessore regionale alla Protezione Civile Renata Briano per fare il punto sulla situazione del maltempo in Liguria, sono state annunciate due misure al vaglio della Giunta a sostegno delle attività produttive alluvionate: un fondo regionale di circa 3 milioni da organizzare con le Camere di Commercio di Genova e La Spezia per fornire garanzie alle imprese che devono accedere al credito e la richiesta all’Ue di riprogrammare il credito residuo di circa 30 milioni del Fondo Europeo per gli Investimenti.

Domani Burlando, incontrerà domani a Roma il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Gianni Letta, il ministro delle Infrastrutture, Altero Matteoli, e il capo dipartimento della Protezione civile, Franco Gabrielli, per fare il punto della situazione dopo le drammatiche alluvioni che hanno colpito il Levante ligure e Genova.

Nel corso dell’incontro sarà affrontata la questione delle risorse necessarie per far fronte ai danni subiti: “Tra danni, interventi di ripristino e messa in sicurezza – ha detto il governatore Burlando nel corso di una conferenza stampa – chiederemo tra i 500 milioni e il miliardo di euro. Si tratta di una prima stima, che completeremo entro la fine di novembre”.

Soltanto nello Spezzino, del resto, c’é da rifare tutta la viabilità: “E’ come se ci fosse stato un terremoto, tra ponti crollati e strade sparite”, ha detto al riguardo l’assessore allo Sviluppo economico della Regione Liguria, Renzo Guccinelli.

La Regione Liguria sta predisponendo un primo stanziamento di 33 milioni di euro per le imprese colpite dalle ultime due alluvioni in Liguria. Lo hanno annunciato il presidente Claudio Burlando e l’assessore Renzo Guccinelli. La giunta sta infatti trattando con la Ue per riprogrammare i fondi europei dell’asse 1 del Por (piano operativo regionale), per ricavare 30 milioni di finanziamenti per le imprese danneggiate. Si andranno ad aggiungere a 3 milioni di risorse regionali per creare un fondo per l’accesso al credito. In questo modo, ha spiegato Burlando, le risorse stanziate dallo Stato, 40 milioni per l’area della Spezia, potrebbero essere convogliate su primi interventi per le famiglie, le infrastrutture viarie e la messa in sicurezza del territorio.