Cronaca

Alluvione Genova, la città si mobilita per Flamur

Genova. Grande gara di solidarietà di tutta la città in aiuto diFlamur, marito e padre di alcune delle vittime scomparse a Genova lo scorso 4 novembre. La città si mobilita per restituire ai fratelli Djala almeno la loro attrezzatura da lavoro.

Flamur Djala, di origine albanese ma residente a Genova, è titolare di un’impresa edile: nell’ alluvione ha perso tutto il materiale nel suo magazzino in via Fereggiano.

Per questo, amici e parenti hanno fondato un’associazione, chiamandola con il nome della figlia più grande, Gioia, che è anche il nome della ditta di Flamur.

E’ stato aperto anche un conto corrente per raccogliere fondi e ricomprare l’ attrezzatura: IT84U020080140100010756575.

Più informazioni