Cronaca

Alluvione Genova, la carica dei volontari: ecco gli “Angeli del Fango”

Genova. Sono centinai i volontari accorsi a dare una mano nelle zone colpite dal disastro. Stivali ai piedi e pala in spalla hanno scavato gomito gomito per liberare Genova dal fango. Studenti provenienti da tutti i quartieri della città, ma anche operai di Ansaldo, Fincantieri, camalli della Culmv e tifosi di Genoa e Samp. Ci sono anche i camalli del porto di Genova tra gli ‘angeli del fango’ che operano nelle zone alluvionate.

“Già ieri mattina una trentina di portuali mi hanno chiesto di operare per l’emergenza e li ho messi in contatto con la protezione civile”, spiega Antonio Benvenuti, console della Compagnia unica, la più grande e antica società di servizi del porto genovese. “Anche oggi – prosegue – una trentina di giovani sono all’opera nelle zone alluvionate”. Il Console è pronto a mettere a disposizione anche mezzi, qualora fossero necessari.

In mattinata anche 300 ultras del Genoa sono comparsi in via Fereggiano, sciarpe rossoblu attorno al collo e pale in spalla, per aiutare negozianti e cittadini della zona nelle complesse operazione di sgombero.