Cronaca

Alluvione Genova, Burlando: “Dove siamo intervenuti non è uscita una goccia d’acqua”

Genova. “Se non avessimo demolito quelle case, a Largo Merlo sarebbe stata una tragedia immane. Io sono nato lì, avevo 16 anni nel 1970. Nel ’70 il Fereggiano non esondà: ieri la botta d’acqua è esplosa lì, nell’angolo tra Via Finocchiaro, Via Pinetti, in quella fascia lì”. Così il Presidente della Regione Liguria Claudio Burlando sul disastro che si è abbattuto ieri su Genova provocando sei morti, quattro donne e due bambini.

“Se avessimo avuto ancora quelle case lì sarebbe stato un disastro – continua il governatore ligure. “Quest’anno è stato un disastro lì, mentre ha preso molto meno Molassana e Struppa. Nel ’70 ha preso 100 metri più in là. Abbiamo nel centrolevante tre priorità: Fereggiano, Bisagno, Struppa”.

Burlando rassicura: “Non è uscito un litro d’acqua dove siamo intervenuti – continua – il che vuole dire che questi studi erano fatti bene. Da dove si è intervenuti non è successo nulla. Possiamo dire che la parte rifatta ha retto bene. Chiediamo ora l’aiuto massimo possibile, la rapidità negli inteterventi e procedure il più veloce possibile”.