Cronaca

Alluvione, Bianchi (Coisp): “Polizia in prima linea ma le scuole andavano chiuse”

Genova. Matteo Bianchi, Segretario Generale Provinciale Coisp, sindacato delle forze di polizia, è vicino alla popolazione di Genova colpita dall’alluvione: “vorrei esprimere la mia personale solidarietà e quella di tutto il Coisp ai parenti delle vittime causate dalla catastrofe e a tutti coloro che hanno subito danni e perdite.”

Bianchi sottolinea il contributo decisivo dato dalle forze dell’ordine durante e dopo i tragici avvenimenti, nonostante -continua- “i mezzi a disposizione fossero poco consoni allo stato reale dell’allarme”.

In alcuni casi i poliziotti si sono resi protagonisti di veri e propri atti di eroismo: “Questo dimostra ancora una volta , per chi aveva qualche perplessità , l’utilità ed il prezioso contributo fornito dagli uomini e dalle donne della Polizia di Stato, fondamentale anche in una città come Genova, che spesso ne ha aspramente criticato l’operato”.

Non manca, però, una nota polemica. “Perché – conclude il segretario- nonostante in questi giorni sia stato più volte detto di evitare di uscire di casa , se non per gravi necessità , le scuole del Comune sono state lasciate regolarmente aperte? Crediamo fortemente che qualcuno debba fare un serio e profondo esame”.