Cronaca

Alluvione a Genova, Carlo Verdone: “Tutta la mia solidarietà alle famiglie e alle vittime”

Genova. Il regista e attore Carlo Verdone, ieri al Festival dell’eccellenza femminili, ha voluto esprimere tutta la sua vicinanza alla popolazione alluvionata. “Voglio esprimere tutta la mia solidarietà e vicinanza alle famiglie delle vittime dell’alluvione. Quello che ho visto in televisione e sui giornali è stata una cosa devastante, violenta. Il mio pensiero va a loro”.

Prima di iniziare la conferenza, Verdone si è fermato a parlare con alcuni educatori precari, impegnati in un presidio davanti alla Prefettura. Si è fatto spiegare le ragioni della loro protesta e alla fine si è prestato a fare da ‘uomo sandwich’ indossando un cartello con su scritto: “Marco. Professione educatore”.

“Sono vicino a questi ragazzi – ha spiegato il regista – hanno tutte le ragioni di protestare”. Non è la prima volta che Verdone fa tappa a Genova. “La prima volta – ricorda – venni qui con Alberto Sordi per imbarcarci verso la Sardegna. Poi l’ho visitata per conto mio e mi sono innamorato. E’ una città imponente, ma al tempo stesso piccola, con i suoi vicoletti. E il colore del cielo ogni volta dà una fisionomia sempre diversa. E’ una città molto cinematografica, potrebbe essere benissimo un set per un film, dipende dalla storia che si vuole raccontare”. Per il suo prossimo film, ‘Posti in piedi in paradiso’, ci sarà ancora da aspettare fino a gennaio o febbraio al massimo. “Sono molto contento del lavoro fatto – conclude -. Non c’è problema su quando mi vorranno fare uscire nelle sale”.

Più informazioni