Al via con Pinokkio il “Progetto Carcere”: alla Tosse recitano i detenuti

Genova. Quattro spettacoli teatrali, performance, mostre, video, presentazione di manufatti artigianali e incontri. E’ questo il programma del “Progetto carcere”, una serie di appuntamenti speciali dedicati al teatro in carcere in cui il Teatro della Tosse gioca il ruolo di protagonista.

Stamane il primo appuntamento con il debutto di Pinokkio Co, frutto del lavoro del Teatro Necessario, con i detenuti della Casa Circondariale di Marassi. “Uno spettacolo divertente e spiritoso”, spiega Emanuele Conte, direttore del Teatro della Tosse. “Una sorta di musical in cui Pinocchio è il filo conduttore, ma naturalmente le storie che si raccontano sono varie e differenti l’una dalll’altra, proprio come i componenti della compagnia che sono detenuti. E’ un modo per giocare con tutte le favole”.

Sala piena e tanto entusiasmo, per uno spettacolo frutto del lavoro svolto dal novembre 2010 al novembre 2011. La storia è semplice: un manipolo di detenuti evasi, per un fatale errore umano o per colpa di un destino beffardo, capitano sul palcoscenico di un teatro mentre è in corso una rappresentazione di “Pinocchio” e si ritrovano così a interpretarne i ruoli (repliche giovedì, venerdì 18 e sabato 19, ore 11:00 e ore 21:00).

Nome di punta della rassegna è però la produzione della Compagnia della Fortezza, da più di 25 anni composta da detenuti-attori del Carcere di Volterra, che mette in scena Hamlice (venerdì 25 e sabato 26 novembre, ore 21:00). Lo spettacolo, con la regia di Armando Punzo, ha debuttato nel carcere di Volterra, riprendendo e sviluppando lo studio presentato nell’edizione precedente del Festival Volterrateatro, Alice nel paese delle meraviglie. Saggio sulla fine di una civiltà (premio UBU per la miglior regia).

Nel foyer della Tosse è visitabile inoltre la mostra Creazioni al fresco: shopper, borse e altre creazioni eseguite dalle detenute della casa circondariale di Pontedecimo.

Il progetto si completa con il laboratorio di scrittura teatrale Noi sotto questo cielo muto, realizzato da Simonetta Guarino, con i detenuti di Marassi, che verrà messo in scena dagli allievi dei corsi di recitazione della Tosse.