Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

“Genova per noi”: a San Giacomo di Roburent una giornata di sci e solidarietà

Più informazioni su

Liguria. Da decenni le valli cuneesi sono terra di vacanza, sia d’inverno che d’estate, per Liguri e soprattutto genovesi. Non poteva quindi che partire da queste montagne una nuova iniziativa di solidarietà nei confronti degli abitanti di Genova, gravemente colpiti dalla tragica alluvione del 4 novembre, che oltre a milioni di euro di danni ha provocato la morte di sei persone.

La nuova raccolta fondi è stata lanciata dal Comune di Roburent del sindaco Bruno Vallepiano già presidente di Cuneo Neve, il consorzio che raggruppa tutti i gestori degli impianti sciistici della Provincia Granda, e si propone di organizzare una vera e propria giornata della solidarietà, il prossimo 14 gennaio. La notizia giunge a una decina di giorni dalla conferenza stampa di presentazione della stagione turistica invernale della provincia di Cuneo, in programma il 25 novembre al Palasagra di Frabosa Sottana, a partire dalla ore 18, organizzata dall’A.T.L. Cuneo. Alla serata parteciperà in qualità di relatore lo stesso Bruno Vallepiano. L’iniziativa, alla quale hanno immediatamente dato la propria adesione i gestori degli impianti di sci della stazione Sangiacomo-Cardini (Sciovie Cardini e Robur cooperativa) consiste nella devoluzione dell’intero incasso di una giornata di sci in favore delle popolazioni genovesi colpite dalla grave calamità naturale.

“E’ stato individuato il giorno 14 gennaio per lo sviluppo di questo progetto – ci dicono i gestori Pierangelo e Valerio – è un sabato che generalmente coincide con un ottimo afflusso di sciatori. Vogliamo dare un segnale tangibile e non solo simbolico alla città di Genova”.

“La mia speranza – afferma Bruno Vallepiano – è che questa iniziativa possa proliferare in tutte le stazioni della provincia ed essere replicata da tutti”. Si sta ancora sondando, tra le varie possibilità, a chi devolvere l’importo che verrà incassato il 14 gennaio e gli organizzatori sono a disposizione per eventuali suggerimenti. “Come mai questo nome all’iniziativa? Genova per noi – continua Vallepiano – oltre ad essere il titolo di una bella canzone di Paolo Conte, è l’inizio di una frase che possiamo concludere in questo modo: Genova per noi è importante, perché a Genova abbiamo amici, perchè Genova viene in vacanza da noi da sempre, perché sappiamo che se fosse accaduta a noi una sventura simile, Genova si sarebbe prodigata allo stesso modo. Genova per noi è l’occasione di dimostrare solidarietà, amicizia, partecipazione”.
“Questo discorso – conclude il direttore dell’A.T.L. Cuneo Paolo Bongioanni – si sposa perfettamente con la collaborazione che l’A.T.L. di Cuneo sta portando avanti con la Provincia di Savona e l’S.T.L. di Imperia. Si tratta di un lavoro sinergico che va oltre i limiti istituzionale: stiamo lavorando insieme per diversi progetti, e abbiamo già stipulato un protocollo d’intesa per specifici e comuni obiettivi”.