Quantcast
Sport

Vela, rimessa in palio la Coppa Daccà dinghy: la vince Gazzolo di Santa Margherita

Incontro tra due golfi, a Santa Margherita Ligure, dove, grazie alla fattiva collaborazione tra il locale Circolo Velico ed il Club Vela Sori, si sono recuperate le prove in programma il 18 settembre (e non disputate) nello specchio acqueo antistante Sori, che, causa condizioni meteomarine avverse, erano state rinviate. Storico sigillo quindi tra Golfo del Tigullio e Golfo Paradiso.
I due club hanno agito in simbiosi mettendo in campo una perfetta organizzazione, e dando vita ad una manifestazione davvero ben riuscita ed apprezzata sia dai concorrenti sia dal pubblico. Una bellissima giornata di sole e mare calmo, ha caratterizzato l’evento, ed una brezza costante che si è distesa al momento opportuno ha consentito l’effettuazione di una riuscitissima e combattuta prima prova, e di una seconda opportunamente ridotta al momento opportuno dall’attento comitato di regata guidato da Maurizio Daccà e Gianfilippo Noceti, che hanno fiutato ed anticipato un salto di vento sul campo di regata. I sedici regatanti si sono dati battaglia in mare, ma, al termine delle due prove, si sono ritrovati amichevolmente a terra per una pastasciutta ed un brindisi prima della premiazione.

Sono stati premiati per i risultati della giornata:
1° classificato Gin Gazzolo (LNI S.Margherita Lig.)
2° classificato Carlo Pizzarello (C.V. S.Margherita Lig.)
3° classificato Alberto Carmagnani (Y C I)

1° classificato “Dinghy Classico” Francesco Gandolfi (C.V. S.Margherita Lig.)
1° classificato “Master” Carlo Pizzarello (C.V. S.Margherita Lig.=
1^ classificata Femminile Bianca Roccatagliata (LNI S.Margherita Lig.)

La coppa challenge perpetuo Vittorio e Cinina Daccà è invece stata assegnata sulla somma delle cinque prove disputate (Recco e Santa Margherita) e quindi, per quest’anno se l’è aggiudicata Gin Gazzolo “soffiandola” all’assente Emanuele Tua del Circolo Velico Artiglio di Lucca, che aveva invece vinto la regata di Recco.
“Và rilevata la grande sportività di Emanuele che ha accettato con gran fair play che si disputasse questo recupero pur sapendo che difficilmente avrebbe potuto parteciparvi, rinunciando così alla possibilità di aggiudicarsi il trofeo per la terza volta consecutiva” sottolinea Gianni Castellaro, presidente del Circolo Velico Santa Margherita.