Quantcast
Cronaca

Vado Ligure: ritrovata la bambina tunisina, il padre voleva portarla via

Genova. Era “sorridente e riposata” al suo ritorno a Savona la bimba di 5 anni che ieri pomeriggio è sparita insieme al padre per interminabili ore, facendo presagire un rapimento. I timori, però, si sono sgonfiati quando è emersa la realtà dei fatti. La piccola era stata sottratta dal padre, un tunisino di 58 anni, senza il consenso della madre. Figlioletta e papà sono stati rintracciati, intorno alle 8, in un parcheggio di Vado Ligure dalla polizia. La bambina, che dormiva sul sedile dell’auto con la quale ha effettuato un viaggio sino a Genova, è stata riaccompagnata dalla mamma, mentre l’uomo è stato portato in Questura.

La sua posizione è ora al vaglio degli investigatori ed è stato denunciato per sottrazione di minore. Quello che è certo è che le ricerche della bambina, iniziate in seguito alla denuncia della mamma, sono andate avanti dalle prime ore del pomeriggio di ieri fino all’alba. I poliziotti hanno seguito le tracce lasciate dal cellulare del papà della piccola che prima hanno portato a Genova (il sospetto è che l’uomo volesse prendere un traghetto per la Tunisia) e poi nuovamente a Savona (intorno alle 22 il telefono si è agganciato alla cella di Albissola).

La fuga era iniziata dai giardini pubblici savonesi dove la bimba stava giocando insieme alla sorellina minore: il papà, che ha il permesso di vedere le figlie, avrebbe approfittato di un momento in cui l’educatore era più lontano per allontanarsi. La moglie dell’uomo, che nei mesi scorsi era anche stata sfrattata da casa, ora vive in una struttura protetta del centro città. E’ stata lei ad allertare le forze dell’ordine quando si è accorta che la sua bambina era svanita nel nulla.

Nel pomeriggio era così scattato un dispositivo d’emergenza che era arrivato anche al terminal traghetti del capoluogo ligure: una delle Grandi Navi Veloci in partenza alle 18 di ieri era stata perquisita da cima a fondo ma del tunisino e della piccola nessuna traccia. La polizia è sempre stata convinta del fatto che l’uomo non avesse intenzione di fare del male alla bimba, a cui è legato da un affetto fortissimo. La piccola non si è accorta di niente e non si è spaventata: probabilmente lei pensava solo di essere in giro con il suo papà. Gli inquirenti l’hanno infatti trovata “sorridente e riposata”.