Quantcast
Cronaca

Sestri Ponente, Fincantieri: le proposte del Pdl ligure

Michele Scandroglio

Sestri Ponente. Dopo l’incontro romano di ieri su Fincantieri, il Pdl ligure ha spiegato i suoi tre obiettivi per lo stabilimento di Sestri Ponente, ovvero avviare in tempi rapidi l’opera del ribaltamento a mare; trovare rapidamente un carico di lavoro per mantenere un’attività produttiva del cantiere; identificare una missione produttiva “che veda il cantiere rivolto verso progetti speciali (chiatte di smaltimento, prigioni galleggianti, off shore eolico”).

In questi termini si sono espressi il coordinatore regionale del Pdl ligure, Michele Scandroglio, e i responsabili regionali del partito per le Politiche del Lavoro, Gino Garibaldi, e delle attività economiche, Renata Oliveri. “Abbiamo la possibilità di generare lavoro con le opportunità che ci sono di fronte” hanno dichiarato. E hanno reso noto oggi un documento ufficiale del Pdl ligure contenente, appunto, le proposte su Fincantieri. Tra i punti affrontati, anche questo: accettare l’ipotesi di una commessa per realizzare, nello stabilimento di Sestri Ponente, una piattaforma per lo smaltimento dei rifiuti”.

E quella di realizzare un carcere galleggiante “accantonato troppo frettolosamente dalla sindaco” di Genova, Marta Vincenzi.