Quantcast
Economia

Sciopero autotrasporto, Merlo: “Maldestro atto di pirateria, Longo si dimetta dal Comitato Portuale”

Genova. “Quello messo in campo a Genova oggi da Trasportounito non è uno sciopero nazionale ma un maldestro atto di pirateria con una palese violazione di legge che deve essere sanzionata in modo esemplare”. E’ durissimo il commento di Luigi Merlo sullo sciopero degli autotrasportatori programmato dalla mezzanotte e ancora in atto. I presidi organizzati al porto di Genova dalla associazione di categoria Trasportounito, infatti, stanno creando problemi al Porto di Genova.

La sigla sindacale, che in un primo tempo aveva minacciato di mettere i rimorchi di traverso, si è limitata al momento a fermare gli autotrasportatori in transiti per consegnare loro volantini di protesta. L’iniziativa ha comunque creato gravi problemi di circolazione alla normale attività del porto, con lunghe code di camion fermi.

“Probabilmente preoccupati che lo sciopero sarebbe stato un flop – continua Merlo – alcuni associati hanno prima ostruito alcuni varchi, poi rallentato la circolazione bloccando molti colleghi e l’operatività dello scalo. Non può esistere nessuna motivazione che giustifichi una tale sopraffazione. Mi sento tradito da Trasportunito essendo stato uno dei pochi porti che in questi anni ha cercato di costruire un rapporto dialogante e collaborativo che per me da oggi si interrompe.

E’ giusto a difesa del porto, delle sue tante aziende e dei suoi molti lavoratori verificare le condizioni per presentare formale denuncia alle autorità competenti e contestualmente avviare la procedura di class action verso i singoli responsabili e l’associazione Trasportounito chiedendo il rimborso dei danni arrecati a tutto il settore portuale. Gli articoli apparsi sulla stampa di oggi dimostrano una premeditazione da parte della associazione, che con alcune dichiarazioni ha disincentivato oggi l’arrivo di molti trasportatori, e questo non è tollerabile.

Ritengo anche – è la conclusione del presidente dell’Autorità Portuale – che per coerenza il segretario generale di Trasportounito Maurizio Longo dovrebbe dimettersi subito dal Comitato Portuale di Genova, in quel luogo deputato a fare gli interessi complessivi del porto di Genova non può infatti sedere chi concorre a determinare situazioni come queste”.

Assagenti, Spediporto, Anita, Cna Fita, Confartigianato Trasporti, Confapi Trasporti esprimono apprezzamento e totale
sostegno a quanto dichiarato questa mattina da Luigi Merlo.