Quantcast

Salone Nautico, porti liguri e impatto ambientale

Genova. Il Salone Nautico è una kermesse in cui non solo si dà lustro alla nautica italiana ma durante il quale si fa anche il punto sui problemi economici e non solo del settore.

Ieri durante il convegno “Costa ligure: sosteniamo la gestione sostenibile” promosso dalla Regione Liguria- Assessorato Ambiente al Salone Nautico si è parlato dei progetti Gionha e Turismo Porti Ambiente.

Con il progetto Marittimo Turismo Porti Ambiente, la Regione Liguria in collaborazione con Provincia di Livorno, Corsica e Sardegna, ha sostenuto alcuni comuni e porticcioli turistici con fondi comunitari. La Marina di Loano ha ottenuto la certificazione ISO 14001, nel porticciolo di Santa Margherita Ligure il comune ha avviato un progetto sperimentale per l’uso delle spugne per la depurazione delle acque portuali, alla Spezia il Sistema Turistico Locale Golfo dei Poeti e il comune di Lerici stanno sviluppando un progetto integrato per la mobilità sostenibile nei porticcioli di Lerici, Ameglia, Porto Venere e Mirabello

La Regione partecipa inoltre alle attività tecniche che Provincia di Imperia sta sviluppando nell’ambito del progetto di cooperazione Alcotra Duraport che mira a potenziare le infrastrutture ambientali dei porticcioli dell’imperiese.

La promozione del diportismo sostenibile, la spinta viene realizzata anche attraverso le numerose iniziative di comunicazione ed educazione della rete dei Centri di Educazione Ambientale del circuito regionale e attraverso lo sviluppo di nuovi strumenti come la Carta dei servizi dei porticcioli e del territorio, presentata nel corso del convegno al Salone Nautico