Quantcast
Economia

Salone Nautico, avanti nonostante la crisi: ieri visita di Rosy Mauro

Genova. Al Salone Nautico non si rinuncia, nonostante la crisi. Per far fronte alla spesa, espositori e visitatori della kermesse internazionale hanno scelto soluzioni alternative: dai cinque stelle si è passati ai più economici tre stelle, o ancora ai bed and breakfast o agli appartamenti.

“La scelta e la richiesta – spiega Carlo Viglietti, titolare dell’agenzia Biz&Fun che si occupa dell’incoming per conto del Salone Nautico – quest’anno si è ampliata ed è diventata più oculata. Gli espositori hanno valutato i costi per il soggiorno e in molti casi hanno optato per gli hotel a tre stelle o hanno affittati appartamenti per una settimana. Poi, sempre per cercare la soluzione più conveniente, hanno anche optato per le zone dell’entroterra, spostandosi da Genova o dalla Riviera, dove i costi sono più elevati”.

Il boom non c’é stato, ma complice anche il caldo estivo di questo inizio d’ottobre, i numeri delle presenze nelle strutture ricettive si è mantenuta quasi agli stessi livelli dello scorso anno. Anche gli ospiti del Salone hanno fatto attenzione al portafoglio.

“Loro sono stati anche più esigenti degli espositori – conferma Viglietti – ci hanno mandato numerose mail per avere i preventivi sulle offerte, mettendo diverse opzioni: tre, quattro stelle al massimo, e poi chiedevano di essere quanto più vicini alla Fiera, per non dovere spendere in trasporti”.

Intanto ieri ha visitato il Salone Rosy Mauro, vicepresidente del Senato, Rosy Mauro. “Credo sia necessario uno sforzo da parte di tutti – è stato l’appello della Mauro – per far comprendere che questi non sono prodotti per soli ricchi. Non capisco perché chi compra un camper, per fare un esempio, viene considerato un buon padre di famiglia, mentre chi con una cifra identica acquista una barca viene additato come un evasore.

Da amante del mare – conclude Rosy Mauro – mi dà fastidio quando in certi telegiornali si parla di evasione e si fanno vedere immagini di barche ormeggiate nei porti”.

Più informazioni