Quantcast

S. Margherita, divieto di balneazione: ieri la riunione tra istituzioni, Iren e Arpal

Santa Margherita. Si è svolta ieri la riunione tra il Comune di Santa Margherita Ligure (presenti il Sindaco Roberto De Marchi, gli assessori Fracchia, Corrado, Bernardin e Tuseo, e i consiglieri Balsi, Cattoni, Chiarelli e Pastine), l’assessore provinciale Paolo Perfigli, il Comandante Santocchini della capitaneria di Porto, i vertici di IREN-IDROTIGULLIO e della direzione provinciale di ARPAL, i tecnici di Regione Liguria e di ASL 4 Chiavarese.

Obiettivi dell’incontro agire a tutela dell’immagine turistica di Santa Margherita Ligure dopo l’emissione del divieto di balneazione in località Ghiaia ed elaborare una risposta strutturale ai problemi del recente fenomeno di inquinamento marino. Per quanto attiene il primo punto, il Sindaco chiederà nei prossimi giorni ad ARPAL l’effettuazione di nuove campionature al fine, in caso di esito favorevole, di rimuovere il divieto di balneazione e avviare una campagna di pubblicizzazione della ritrovata normalità.

Regione stessa valuterà le forme più consone di una comunicazione integrativa, sui siti che oggi riportano a norma di legge la notizia del divieto, delle eventuali risultanze positive. IREN Idrotigullio, infine, integrerà il proprio “progetto conoscenza”, finalizzato a un’analisi scientifica della rete fognaria, con l’obiettivo di verificare la funzionalità delle condotte e di potenziare la propria indagine su cause ed eventuali responsabilità. Dagli esiti di questo studio emergeranno le priorità che il Comune di Santa Margherita chiederà ad ATO di inserire rapidamente nel proprio piano di opere annuali.