Cronaca

Rapallo, Capurro: “La giunta si divide sulla mensa dei poveri, il sindaco prenda posizione”

Rapallo. Un diverbio tra i senzatetto, che giornalmente si recano presso la mensa dei poveri gestita dai volontari della parrocchia per consumare un pasto caldo, ha riacceso una spiacevole polemica. “Ancora una volta l’assessore alla Sicurezza Puggioni da buon leghista ‘duro e puro’ si è espresso a favore della chiusura della mensa – dichiara il consigliere Armando Ezio Capurro – A sentire Puggioni, per colpa di pochi emarginati, tutti i poveri non devono essere aiutati, ma allontanati dalla mensa e dalla città di Rapallo. Una decisione che stride con le più elementari norme di sussidiarietà ed assistenza dovuta nei confronti degli ‘ultimi’”.

A pensarla in maniera completamente opposta è l’assessore ai Servizi Sociali Corrado Castagneto che si schiera a favore della chiesa e del gruppo di volontari che si è assunto l’onere di servire i pasti e nel contempo di assicurare all’interno della mensa l’adeguato controllo. “Nella diatriba che vede protagonisti due autorevoli esponenti della giunta, spiace constatare ‘l’assordante silenzio’ del sindaco Campodonico, che in modo ‘salomonico’ continua a non prendere posizione sull’accaduto – prosegue Capurro – Ora la vicenda dovrebbe approdare in consiglio comunale, il Circolo via della Libertà auspica che in tale occasione Campodonico, finalmente, faccia conoscere il suo autorevole pensiero”.

Il consigliere chiede al sindaco di dire se la pensa come Puggioni o come Castagneto e di fare una delibera di giunta che esprima pubblicamente la volontà della giunta per la Mensa del Povero.