Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Primarie, Sassano: “Senza di me la voce della sinistra sarebbe stata più debole”

Genova. Questa mattina Andrea Sassano, candidato alle primarie per la poltrona a Sindaco è stato ospite della redazione di Genova24.

“La mia decisione di candidarmi alle primarie – ci ha detto – è avvenuta per due motivi: innanzitutto perché quando ne parlavo ad amici e amiche hanno insistito perché mi presentassi, io ho posto la condizione che attorno alla mia candidatura ci fosse un minimo di consenso, loro sono partiti con una raccolta di firme e hanno raccolto un migliaio di firme e ora siamo qui ad affrontare questo viaggio. L’altra è esclusivamente politica: senza di me c’era il rischio che la voce della sinistra fosse molto più debole”.

Politico di lungo corso, che ha avuto un ruolo d’assessore nella giunta presieduta da Giuseppe Pericu, gli abbiamo chiesto che tipo d’esperienza mette a disposizione in questa corsa per le primarie: “Dell’esperienza nella giunta Pericu mi porto dietro  quello che ho imparato da Beppe Pericu: è stata una persona che mi ha dato fiducia e chi mi fece operare autonomamente durante l’amministrazione, io ho una profonda stima nei suoi confronti. Quello che voglio portare però non è il modello Pericu, ma bensì il “modello Sassano”: quello che ho fatto come assessore alla scuola, porta sempre aperta, pieno rispetto per tutti, disponibilità al dialogo, al confronto e decidere assieme ai tuoi collaboratori, e soprattutto rispetto per le persone che ti vengono a proporre problemi, che sono problemi quotidiani che loro devono affrontare, e rispetto per chi lavora nell’amministrazione, perché lì ci sono tante professionalità che devono essere valorizzate”.

Se una candidatura alla primarie non significa presentare un programma, oltre il “modello Sassano” abbiamo cercato di capire quali possano essere  i temi su cui questa candidatura punterà l’attenzione: “Compito dei candidati alla primarie, è mettere sul tavolo alcune idee e alcune proposte di carattere generale: una è sicuramente questa cosa sui ragazzi e giovani, io ho amici e figli di amici che hanno come soluzione o andare via da Genova o passare da un lavoro da precario a un altro. Insomma l’amministrazione non può dare posti di lavoro, però può costruire condizioni perché sul territorio di Genova possano insediarsi imprese che devono essere ecologicamente sostenibili e responsabili dal punto di vista sociale”.

Infine, se è tipico delle primarie confrontarsi tra persone dello stesso schieramento politico, qual è l’opinione di Sassano rispetto al lavoro della giunta Vincenzi: “Il è sufficiente, dopodiché la giunta ha avuto qualche punto dove forse poteva far meglio, per esempio i servizi alla persona, anche se le condizioni economiche determinati in questi anni hanno sicuramente reso più difficili queste scelte”.