Quantcast
Sport

Pallavolo, serie A2: Genova fa suo il primo set poi cade sotto i colpi di Perugia

Genova. A quattro mesi dalle emozionanti sfide playoff contro Segrate e Padova, la Carige riabbraccia il proprio pubblico nel modo più amaro. Nell’esordio casalingo del campionato la squadra genovese illude i propri tifosi con un primo set giocato e vinto alla grande, ma subisce la reazione di Perugia e finisce per perdere 1 a 3.

La maggiore efficacia degli ospiti al servizio e a muro fanno la differenza. I biancoblu evidenziano ancora qualche problema in ricezione e un’intesa ancora da perfezionare, ma quanto visto nel primo set lascia ben sperare per il prosieguo del campionato. Nella prima parte della gara molto bene Ainsworth, Yordanov e Ruiz.

Mister Horacio Del Federico deve fare i conti con l’indisponibilità di Polidori e schiera la formazione con la diagonale Nuti – Yordanov, gli schiacciatori Ruiz e Meszaros e i centrali Pecorari e Ainsworth. Rizzo è il libero.

Perugia parte meglio, Bucaioni distribuisce molto bene il gioco per i suoi attaccanti e un break favorevole consente agli umbri di arrivare in vantaggio al primo tecnico per 7 – 8. La rimonta dei genovesi non si fa attendere, con Benito Ruiz molto positivo in attacco. Yordanov con due attacchi consecutivi e un primo tempo di Pecorari completano in sorpasso, poi Meszaros scava un piccolo solco (12 – 9) che consente di arrivare in vantaggio 16 a 12 al secondo tempo tecnico. Un muro di Yordanov e ben quattro consecutivi di Ainsworth fanno volare i biancoblu sul 22 – 14. Un ace dello stesso Ainsworth chiude il primo set.

Al cambio di campo mister Kovac presenta la novità Daldello in regia e ancora una volta Perugia parte bene: 0 – 3. La riscossa dei genovesi è affidata alla classe di Yordanov che mette a terra tre attacchi consecutivi, ma Tamburo e Vujevic fanno volare gli umbri sul 5 – 8. Poi con un buon turno al servizio di Petric gli ospiti arrivano al secondo tempo tecnico in vantaggio per 10 – 16. Del Federico fa rifiatare Nuti e dà spazio e Nonne, ma l’inerzia della gara non cambia. Alcune indecisioni e qualche difficoltà di troppo in ricezione da parte dei genovesi fanno inesorabilmente scivolare il set fino al 25 a 14 per Perugia.

Formazioni invariate all’inizio della terza frazione. Questa volta è Genova che parte meglio (5 – 2) con un super Bobby Yordanov. Un gran muro di capitan Pecorari porta i biancoblu sull’8 – 4. Perugia però gioca con grande determinazione e ribalta il risultato parziale portandosi prima sul 10 – 11 e poi addirittura sul 17 – 22 grazie soprattutto ad un buon lavoro a muro. Del Federico corre ai ripari e inserisce Donati per rinforzare la ricezione. Ma Petric e compagni archiviano il set in loro favore senza grandi patemi.

La reazione della Carige all’inizio della quarta frazione è rabbiosa: si parte con un 4 a 0. Ma Perugia non molla mai e si riporta sotto fino a trovare il sorpasso sul 9 – 10. Segue una concitata ed emozionante fase punto a punto (13 – 13, poi 15 – 15 e 18 – 18). Genova soffre in ricezione, ma l’equilibrio sembra non spezzarsi più (22 – 22 e 24 – 24). Infine risulta decisivo un muro degli ospiti, che si portano a casa set e partita.

Alla Carige ora serve una reazione, già a partire dalla prossima gara di Cantù: la vittoria diventa fondamentale per continuare a sperare in un campionato da protagonista.

Il tabellino:
Carige Genova – Sir Safety Perugia 1 – 3
(Parziali: 25/15 14/25 19/25 25/27)
Carige Genova: Nuti, Yordanov 19, Ruiz 14, Meszaros 16, Pecorari 6, Ainsworth 7, Rizzo, Nonne, Donati, Tibaldo, Manassero, Polidori ne. All. Del Federico – Agosto.
Sir Safety Perugia: Bucaioni, Tamburo 25, Vujevic 15, Petric 9, Corsini 9, Tomassetti 10, Cesarini, Daldello 3, Zamagni, Belcecchi 1, Bartoli, Fusaro ne, Lattanzi ne. All. Kovac – Fontana.
Arbitri: Davide Prati (Pavia) e Rossella Piana (Carpi).

I risultati della 2° giornata:
Volley Segrate – Sidigas Atripalda 3 – 0 (25/20 25/16 25/13)
Club Italia A.M. Roma – Pallavolo Molfetta 3 – 1 (25/15 22/25 25/22 26/24)
Gherardi SVI Città di Castello – Edilesse Conad Reggio Emilia 3 – 0 (25/21 25/23 25/21)
Globo Banca Pop. del Frusinate Sora – Cassa Rurale Cantù 3 – 1 (25/15 25/21 20/25 25/22)
Carige Genova – Sir Safety Perugia 1 – 3 (25/15 14/25 19/25 25/27)
Energy Resources Carilo Loreto – Bcc-Nep Castellana Grotte 3 – 2 (25/23 19/25 21/25 28/26 15/12)
CheBanca! Milano – Caffè Aiello Corigliano 2 – 3 (20/25 21/25 25/20 25/19 12/15)
Cicchetti Isernia – NGM Mobile Santa Croce 1 – 3 (19/25 25/23 18/25 20/25)

La classifica inizia a prendere forma:
1° Volley Segrate 6
2° Gherardi SVI Città di Castello 5
3° NGM Mobile Santa Croce 5
4° Club Italia A.M. Roma 5
5° Energy Resources Carilo Loreto 4
6° Sir Safety Perugia 4
7° CheBanca! Milano 4
8° Globo Banca Pop. del Frusinate Sora 4
9° Bcc-Nep Castellana Grotte 3
10° Caffè Aiello Corigliano 3
11° Sidigas Atripalda 2
12° Carige Genova 1
13° Pallavolo Molfetta 1
14° Cicchetti Isernia 1
15° Cassa Rurale Cantù 0
16° Edilesse Conad Reggio Emilia 0

Domenica 9 ottobre alle ore 18,00 si disputerà la 3° giornata con i seguenti incontri:
Pallavolo Molfetta – Volley Segrate
Edilesse Conad Reggio Emilia – Club Italia A.M. Roma (ore 16,00)
NGM Mobile Santa Croce – Gherardi SVI Città di Castello
Cassa Rurale Cantù – Carige Genova
Sir Safety Perugia – Cicchetti Isernia
Bcc-Nep Castellana Grotte – CheBanca! Milano
Caffè Aiello Corigliano – Globo Banca Pop. del Frusinate Sora
Sidigas Atripalda – Energy Resources Carilo Loreto