Quantcast
Sport

Oggi il Trofeo Ama la Samp Odia il razzismo, anteprima europea del palinsesto della Rete F.A.R.E.

Genova. Quest’anno le Settimane d’Azione (le “Action Weeks), promosse dal network europeo Rete F.A.R.E. (Football Against Racism in Europe) sono intitolate “Persone del Calcio”. L’obiettivo è quello di sfidare la discriminazione e celebrare il contributo che noi tutti diamo al calcio, ovunque viviamo, qualsiasi sia la nostra connessione con il gioco, o con il nostro background.

L’obiettivo delle settimane è quello di incoraggiare un’ampia gamma di attività per affrontare i problemi o celebrare il successo, all’interno della propria associazione o della propria comunità. Assieme alle attività di club e delle Leghe professionistiche, come la UEFA Champions League e la UEFA Europa League, le settimane offriranno ai tifosi e alle società sportive di base l’opportunità di riunirsi e celebrare la forza che unisce del gioco.
In Italia si partirà in anticipo, come è ormai tradizione consolidata, da Genova. In campo le iniziative organizzate dai Rude Boys & Girls 1987, nel ventiquattresimo anno di attività. Oggi, sabato 8 ottobre, presso il campo sportivo di Villa Gavotti a Multedo, si svolgerà la quinta edizione del Trofeo di calcio a 7 “Ama la Samp, odia il razzismo “.

La manifestazione, organizzata dall’attivissimo gruppo di supporters blucerchiati in collaborazione con la Rete F.A.R.E., si avvale del supporto della Lega calcio Uisp di Genova, avrà inizio alle ore 14.

Dodici le squadre: sei squadre di ultras e altre realtà impegnate nella lotta al razzismo nelle loro città sfideranno sei squadre di tifosi
blucerchiati, una delle quali composta da supporters di origine marocchina. Ad accompagnare le squadre di calcio durante tutto il torneo ci sarà la musica di Gigi Jazz, vera e propria colonna sonora di tutte le edizioni, mentre saranno attivi stands di panini, birra e materiale promozionale dei progetti avviati di antirazzismo.

Dopo la finale, prevista per le 18.30, la festa si trasferirà al Centro sociale E. Zapata, per la cena e la premiazione, dove i ragazzi di Parma, “Gli Amici di Matteo Bagnaresi”, cucineranno piatti tipici. Proprio in ricordo d Matteo Bagnaresi, ultras del Parma morto in circostanze tragiche tre anni fa, tutto il ricavato della cena andrà alla Fondazione che porta il suo nome. Tra i team partecipanti gli Ultras Marseille e i tifosi del Sankt Pauli.

Più informazioni